Rendez-vous al Mont-Saint-Michel, meraviglia dell'Occidente

  • Le Mont-Saint-Michel

    Le Mont-Saint-Michel

    © Fotolia/Kyolshin

  • Le Mont-Saint-Michel

    Le Mont-Saint-Michel

    © Atout France/Beboy

  • Le Mont-Saint-Michel

    Le Mont-Saint-Michel

    © Atout France/Digital Cam

  • Le Mont-Saint Michel

    Le Mont-Saint Michel

    © CRT Normandie/Thomas Jouanneau

  • Passerelle piéton de 11 mètres de large

    Passerelle piéton de 11 mètres de large

    © Dietmar Feichtinger Architectes SBP - CRT Normandie/Eva Tessier

Rendez-vous al Mont-Saint-Michel, meraviglia dell'Occidente 50170 Le Mont-Saint-Michel fr

Da lontano come da vicino, il Mont-Saint-Michel è una vera meraviglia. Quasi un miraggio. Il suo riflesso, nella splendida omonima baia, raddoppia l'illusione. 

Teatro delle più grandi maree d’Europa, diventa maestoso con il bel tempo e più misterioso quando viene avvolto dalla nebbia… Ogni tempo, ogni clima e ogni stagione sono ideali per la visitarlo.  

Uno dei luoghi più visitati di Francia 

Entrato a far parte del patrimonio mondiale dell'Unesco nel 1979, il Mont-Saint-Michel è uno dei luoghi più visitati del territorio francese! Ogni anno, circa 2,5 milioni di curiosi da tutto il mondo vengono a visitarlo. Tra di loro, turisti e pellegrini, in circa di novità o di spiritualità. Car le Mont-Saint-Michel est, par-dessus tout, un lieu sacré et empreint d’histoire.

All'origine del monte, un'apparizione 

Il Mont-Saint-Michel deve la sua esistenza ad un'apparizione. Quella dell'arcangelo San Michel (da cui il suo nome) a Aubert, vescovo di Avranches. Su richiesta del santo, il vescovo fa costruire nel 709, un santuario sul monte Tombe, allora semplice isolotto granitico.Nel966, (su richiesta del Duca di Normandia questa volta), una comunità di benedettini si insedia sul monte roccioso e vi edifica un'abbazia benedettina. 

Uno dei più favolosi progetti medievali 

A poco a poco, nel corso dei secoli, il complesso prende forma: l'abbazia romana e gli edifici del convento dell'XI e XII secolo e gli edifici della Meraviglia(tra cui il chiostro e il refettorio) del XIII e del XVI secolo. 

Senza dimenticare le costruzioni militari di difesa del XIV secolo (che hanno protetto il Monte durante la guerra dei Cento Anni) e, parallelamente, il villaggio. 

Tutte queste costruzioni hanno davvero del miracoloso: i blocchi di granito ad esempio, portati dalle isole Chausey, venivano tagliati e poi trasportati fino alla cima del monte! 

Simbolico luogo religioso 

Nel corso dei secoli, il Mont-Saint-Michel è sempre stato un focolare religioso rinomato. Assieme a Roma e a Saint-Jacques di Compostela, fu uno dei più importanti pellegrinaggi dell'Occidente medievale.  

La sua vocazione originaria, quella del rifugio e della preghiera, è rispettata ancora oggi, in particolare grazie alla presenza, dal 2001, dei Fratelli e delle Sorelle delle Fraternità Monastiche di Gerusalemme.  

Ecco perchè ancora oggi Mont-Saint-Michel rientra tra le 13 Città Santuario di tutta la Francia. 

Estate 2015 : quando il Monte diventa un'isola… 

Con il passare del tempo, le grandi maree e l'intervento dell'uomo hanno insabbiato la baia. Tanto che, nel 2006, il Mont-Saint-Michel non aveva più tanto l'aspetto dell'isola.  

Per questo è stato intrapreso un programma di ripristino del suo carattere marittimo e di preservazione della baia in quello stesso anno.  

È stata costruita una diga sull'estuario del Couesnon e sono stati predisposti nuovi parcheggi lì vicino. Quelli precedenti, ai piedi del monte, sono stati distrutti, così come la diga-strada, dando così il segnale della fine dei lavori e il ritorno in mare del Mont-Saint-Michel…

Oggi, quando il coefficente della marea è superiore a 110, il Monte diventa di nuovo un'isola. I bastioni sono immersi nell'acqua. La roccia è privata dei suoi accessi. Il fenomeno, che dura soltanto qualche ora, non si era più verificato per 130 anni.

Da fare assolutamente al Mont-Saint-Michel

  • Osservare il monte del gran belvedere della nuova diga (che è visitabile) e il fenomeno dello svuotamento
  • Salire per la Grande rue e sui bastioni;
  • Girovagare tra i negozietti di souvenirs e i ristoranti 
  • Visitare il museo della storia o il museo del mare e delll'ecologia; 
  • Scoprire la dimora di Tiphaine, abitazione storica del cavaliere Bertrand du Guesclin (maresciallo dell'armata del Re di Francia) ;
  • Ammirare la chiesa parrocchiale, la casa del pellegrino e la sua biblioteca religiosa;
  • Contemplare l'abbazia, gioiello architettonico, e i suoi giardini;
  • Venire ad ascoltare i canti delle messe dei monaci e delle monache;
  • Osservare, dall'alto la vista eccezionale sulla baia del Mont-Saint-Michel ;
  • Attraversare, accompagnati da una guida, la baia del Mont-Saint-Michel. Attenzione: avventurarsi da soli è vietato e pericoloso. Le sabbie mobili e le maree, in passato, hanno spesso avuto la meglio sui pellegrini... è per questo motivo che il monte è stato soprannominato « Mont-Saint-Michel in pericolo del mare» ;
  • Lasciarsi sorprendere da un'archeoscopia, grande spettacolo multimediale che vi farà fare un tuffo nella storia 

Come arrivare

  • In aereo:
    Dalla Normandia, aeroporti di Caen-Carpiquet e di Deauville-Normandie. Dalla Bretagna, aeroporti di Rennes e di Dinard.

  • In treno:
    Parigi – Rennes – Il Mont-Saint-Michel (treno+bus) Parigi – Dol de Bretagne – Mont-Saint-Michel (treno+bus) Parigi – Caen – Pontorson (treno) – Mont-Saint-Michel (bus)

  • En auto
    A13 verso Caen – A84 verso Avranches – Mont-Saint-Michel A11 verso Le Mans – A81 verso Laval – Fougères, Mont-Saint-Michel

Contatti

Ufficio del turismo
Corps de Garde des Bourgeois
50170 Le Mont Saint-Michel

Tél. : +33 (0)2 33 60 14 30
ot.mont.saint.michel@wanadoo.fr 

Santuario
BP 1
50170 Le Mont Saint-Michel

Tél. : +33 (0)2 33 60 14 05
sanctuaire.saint.michel@wanadoo.fr

Related videos

 
 

Sponsored videos