Rendez-vous al museo Marmottan Monet a Parigi

  • © Musée Marmottan Monet Paris

  • © Yves Forestier

  • © Yves Forestier

  • © Musée Marmottan Monet Paris

Rendez-vous al museo Marmottan Monet a Parigi 2, rue Louis Boilly 75016 Paris fr

Il Museo Marmottan Monet era, in origine, il padiglione di caccia di François Christophe Edmond Kellermann, duca di Valmy.

Nel 1883, Paul Marmottan, storico d’arte e grande collezionista, eredita questo padiglione che il padre Jules, amante della pittura tedesca, fiamminga e italiana, aveva da poco acquistato.

Paul invece, appassionato del periodo del Primo Impero, possiede numerosi dipinti, disegni, stampe, libri, sculture, mobili e oggetti artistici dell’epoca. Sceglie con gusto modelli preziosi e di qualità come i dipinti di Vernet, Boilly e Fabre, mobili di Jacob e bronzi di Thomire per fare di questo padiglione un hotel privato con l’atmosfera dell’epoca. Alla sua morte nel 1932, lascia in eredità all’Accademia di Belle Brti il suo hotel privato che, nel 1934, diventa il museo Marmottan.

Nel corso degli anni, le collezioni del museo si ampliano con lasciti: nel 1957 con la collezione di Victorine Donop de Monchy, ottenuta in eredità del padre, il dottore Georges de Bellio, medico di Manet, Monet, Pissarro, Sisley e Renoir; nel 1966 con la collezione di Michel Monet, secondo figlio del pittore. Grazie a queste donazioni, il museo diventa un punto di riferimento per l’impressionismo e il detentore della più importante collezione al mondo di opere di Claude Monet.

Nel 1980, Daniel Wildenstein offre l’eccezionale collezione di miniature del padre al museo. La collezione di 300 miniature copre un periodo di 4 secoli, dal Medioevo agli inizi del Rinascimento.
Alla fine degli anni ’90, il museo diventa il museo Marmottan Monet.

Accesso

Metro La Muette, linea 9
RER Boulainvilliers, linea C 
Bus 22, 32, 52, 63, P.C. 1

Indirizzo

Museo Marmottan Monet
2, rue Louis Boilly
75016 Parigi

Cosa vedere

Calendario

Nei dintorni