I vigneti dell’Armagnac e il Floc de Gascogne

  • Labastide d'Armagnac

    Labastide d'Armagnac

    © CRTA

I vigneti dell’Armagnac e il Floc de Gascogne 32800 Eauze fr

Ottenuto dalla distillazione del vino bianco in un tradizionale alambicco artigianale, l’Armagnac viene fatto invecchiare ormai da molti anni in barili di legno di quercia, e grazie al contatto col legno quest'acquavite sviluppa degli aromi e prende una colorazione ambrata. Il metodo di elaborazione risponde alle regole definite dalla Denominazione di Origine Controllata ottenuta nel 1936, esattamente come i 3 terreni dove si estende la vigna:

-a Est di Mont-de-Marsan, inizia il tuo viaggio nel Bas-Armagnac, più precisamente all’ecomuseo di Labastide-d’Armagnac. In seguito visita la chiesa fortificata di Roquefort sul cammino di Santiago de Compostela.

-Nel cuore dell’Armagnac-Ténarèze, la città di Condom ti invita a un percorso che ti condurrà al museo dell’Armagnac, dove un imponente frantoio di 18 tonnellate regna sovrano.

-nell’Haut-Armagnac, tra una visita a Auch, antica capitale della Guascogna, e della città fortificata di Lectoure, approfittane per darti a delle degustazioni di vini in compagnia di un viticoltore del luogo.

Luoghi da non perdere

-La Bastia di Armagnac

-I grandi siti dei Midi Pirenei: Abbazia di Flaran, Condom (Museo dell’Armagnac), valle della Baise, Auch, Marciac (festival del jazz).

-Vic Fezensac (festival Tempo Latino), la «Flamme de l'Armagnac» (in novembre).

Un’esperienza unica da vivere

Vivere in Armagnac

Vieni a soggiornare nel cuore del “Domaine d’Ognoas”, che ha l’alambico più antico della Guascogna e scopri i segreti della lavorazione dell’Armagnac.