Rendez-vous in Linguadoca-Rossiglione

  • © ATOUT FRANCE/Pascal Gréboval

  • © ATOUT FRANCE/Jean François Tripelon-Jarry

  • © ATOUT FRANCE/Fabrice Milochau

Rendez-vous in Linguadoca-Rossiglione Montpellier fr

Nello scrigno del grande arco del Mediterraneo, la Linguadoca-Rossiglione racconta un sud intimista, festoso e conviviale. Situata a tre ore da Parigi in TGV, collegata all’aeroporto internazionale di Montpellier, e facilmente accessibile grazie al viadotto di Millau, la regione presenta una infinita gamma di territori, tradizioni e talenti.

Una gamma infinita di territori, tradizioni e talenti

Le località balneari del litorale della Linguadoca che vanta 220 km di spiagge di sabbia fine invitano al dolcefarniente e ai bagni di mare. (Leggi anche Le coste del MeditterraneoSiti e spazi protetti Le isole del Mediterraneo.) I contrafforti delle Cévennes si esplorano a piedi, a dorso d’asino o in treno a vapore . I comprensori sciisticii dei Pirenei-Orientali e dell’Aude offrono circa 200 chilometri di piste. Scendete in canoa-kayak le gole del Tarn o seguite in bicicletta il Canale del Midi e fermatevi ad ammirare le Chiuse di Fonserannes. Gli edifici che rimangono dell’Antichità romana costellano il tracciato della Via Domizia, dal Pont du Gard, alle Arènes di Nîmes, passando per il  Sito archeologico d'Ensérune. Potere e religione  hanno lasciato le loro tracce: la Certosa di Villeneuve-lez-Avignon, il Palazzo dei re di Majorca, la Cité di Carcassonne, il Palazzo degli arcivescovi di Narbonne... La tragica epopea dei Catari impregna ancora il Castello di Peyrepertuse o quello di Puilaurens. Dall'Osservatorio del Mont-Aigoual, ammirate la maestà dei paesaggi della Linguadoco-Rossiglione. La Cittadella di Mont-Louis edificata da Vauban difende una frontiera sorvegliata anche dalla Fortezza di Salses. Impregnatevi della serenità che emana dal Monastero di Gellone. A Montpellier, le costruzioni  moderne del quartiere Antigone e di Odysséum si affiancano al patrimonio classico.

Specialità culinarie della Linguadoca 

Ai gastronomi, la Linguadoca-Rossiglione offre un plateau di frutti di mare, vongole, ostriche e cozze di Bouzigues e, al momento del formaggio, pélardon, bleu des causses e toma. I pâtés di Pézenas, la tielle (torta di polpi e calamari) di Sète,  la picholine alle olive, il cassoulet di Castelnaudary, le rousquilles (piccoli biscotti rotondi) catalane completano questa tavola golosa, in cui Camargue aggiunge il suo tocco (di sale e di riso)… Fitou, vino di Corbières, muscat (moscato) di Lunel, vino delle Côtes du Roussillon accompagnano perfettamente questi piatti. Troverete tutte le specialità sui colorati mercati della Linguadoca dove ci si può rifornire di prodotti di qualità.
Leggi anche La strada dei vini del Rossiglione

Il senso della festa della gente della Linguadoca 

La « Féria di Pentecoste » e quella delle vendemmie a Nîmes o la Féria d'Arlès rivelano il senso della festa della gente della Linguadoca. Il Festival di Carcassonne, il Festival di Nîmes e le Notti musicali d'Uzès ritmano l'estate. Gli incontri equestri mediterranei e il Campionato del Roussillon di Pétanque celebrano lo sport e  il festival «  Printemps des comédiens » o il « Festival internazionale del romanzo noir » l’arte e la cultura.
Bambouseraie de Prafrance (grande giardino di bambù), Riserva africana di Sigean, Parco zoologico di Montpellier, Aven Armand, Parco dei lupi del Gévaudan : la regione è ricca di idee per scoperte con tutta la famiglia.
Mare e montagna, grandi città dinamiche e le Causses deserte, storia millenaria e architettura futurista: la regione Linguadoca-Rossiglione è una terra di contrasti e di emozioni. E nell’entroterra si esprime tutta l’eccellenza francese, quella della viticoltura e della gastronomia ispirata dalle tradizioni del Sud.

Lasciate che la Linguadoca-Rossiglione illumini le vostre vacanze e i vostri week-end.

Related videos

 
 

Sponsored videos

 
 
 
 

Cosa vedere