Rendez-vous a Marie-Galante in Guadalupa

  • Abitazione Murat a Marie-Galante

    Abitazione Murat a Marie-Galante

    © Droits réservés / Les iles de Guadeloupe Comité du Tourisme

  • Piantagione di canna da zucchero

    Piantagione di canna da zucchero

    © Droits réservés / Les iles de Guadeloupe Comité du Tourisme

  • © Droits réservés / Les iles de Guadeloupe Comité du Tourisme

Rendez-vous a Marie-Galante in Guadalupa Unnamed Road gp

Protetta sia dal punto di vista naturale che culturale, Marie-Galante, o “l’isola dei cento mulini”, affascina per la sua autenticità, per le sue spiagge e la tranquillità.

Con forme sinuose, Marie-Galante (chiamata anche “grande gallette”) si caratterizza per lo sfruttamento della canna da zucchero e della sua distillazione (l’isola fornisce il rum migliore e più forte della Guadalupa).

Composta da tre comuni (Grand-Bourg, Capesterre e Saint-Louis), Marie-Galante ha saputo mantenere il fascino di un tempo.

È possibile spostarsi anche con carri trainati da buoi (un tempo l’unico mezzo di trasporto) o assistere a combattimenti tra galli.

Le spiagge di sabbia bianca diffondono un profumo di serenità.

Ogni anno nel mese di giugno (durante il weekend di Pentecoste), Marie-Galante ospita il Festival Terre de Blues, il più grande evento musicale dell’arcipelago.

Le specialità locali sono il bébéle, il piatto tradizionale a base di trippa e banana verde, e il chaudage, il pot-au-feu di Marie-Galante.

Alcuni siti da non perdere:

  • Château Murat, antica azienda di zucchero
  • Spiaggia della Feuillère
  • Chiesa Notre-Dame
  • Mulino di Bézard, il solo attivo oggi
  • Distillerie Bellevue, Bielle e Poisson (con il celebre rum di Père Labat)
  • Spiaggia Anse-Canot