Rendez-vous in Martinica

  • Les Anses d’Arlet - Martinica

    Les Anses d’Arlet - Martinica

    © Comité Martiniquais du Tourisme - Luc Olivier

  • Yole in Martinica

    Yole in Martinica

    © Comité Martiniquais du Tourisme – K.TANAKA

Rendez-vous in Martinica Fort de France mq

La Martinica o «Madinina», così battezzata dagli Indiani Caraibici, si trova proprio nel cuore dell'arcipelago dei Caraibi e fa parte del gruppo delle Piccole Antille o "Iles au Vent" catena vulcanica che traccia il confine tra il mare dei Caraibi e l'Oceano Atlantico.

Giovane e dinamica, la Martinica ha conservato un’infinità di influenze che arricchiscono la sua cultura meticcia. Colorate, allegre, piene di originalità, come ad esempio le giornate del Carnevale, queste tradizioni culturali e storiche dell’isola sono il vanto degli abitanti, che rivendicano nel quotidiano tutti i valori dell’autenticità. Uno scenario davvero diverso!

L'isola incanta con la sua diversità e la bellezza dei suoi paessaggi: il nord si divide in foresta tropicale e le spiagge dalla sabbia nera. All'opposto, il sud offre spiagge di sabbia d'oro e una successione di baie tranquille e punteggiate da isolotti per la felicità degli appassionati di sport nautici. Le coste sono bagnate a Est dall'Oceano Atlantico e a Ovest dal Mar dei Caraibi.
Seducente in tutte le stagioni, la Martinica offre con immensa generosità 1080 km² di paesaggi pieni di contrasti idilliaci, che testimoniano la ricchezza e la vitalità della flora dell'isola. L'estate dura tutto l'anno e gli alisei rinfrescano piacevolmente l'aria, muovendo le colorate boungaville, rose, allamande e gli altri fiori tropicali. Allontanandosi dai sentieri battuti, seguendo il corso dei fiumi con il kayak o in canoa... attraversare la fitta foresta in mountain bike... è così che scoprirai la vera natura dell'isola. 

La Montagna Pelée con i suoi 1 397 m, il più celebre vulcano caraibico, è il punto culminante della Martinica. Parti alla scoperta di questa magnifica montagna. La fauna, la flora e la storia del più famoso vulcano dei Caraibi ne fanno un esempio unico nel suo genere. Prendi anche il tempo di visitare i diversi musei che ti permettono d'apprezzare la diversità e la ricchezza della storia della Martinica. 
Scopri nella Baia dei Flamands il Golf della Martinica. Progettato dal grande architetto Robert Trent Jones Sr., si trova nel villaggio dei Troisllets, rispetta il luogo naturale con i suoi torrenti, alberi, specchi d'acqua, bunker e altri ostaoli su ben 63 ha.... Senza alcun dubbio una delle più belle 18 buche dei Caraibi!

Per un allontanamento totale dalla civiltà, fermati nei paesini dove nei "pitts", piccole arene, potrai assistere a combattimenti di galli e manguste. La cerimonia che li precede è una vera e propria esplosione di colori... poi, quando cala la notte, ti lascerai trasportare da una béguine, una mazurca o un zouk, un "vechio rhum",  che accompagnerà un colombo de cabri (piatto a base di carne molto speziata), granchi ripieni, accras (frittelle) e tutte le altre delizie della cucina creola.

La Martinica per chi ama le emozioni forti

La Martinica offre un’ampia varietà di attività per ogni tipo di pubblico, grazie alla sua posizione geografica e alla sua natura  generosa. Per i vacanzieri in cerca di emozioni forti, la Martinica è la destinazione ideale per sperimentare il canyoning. E per chi ama camminare, oltre 400 km di sentieri di  randonnée: salire sulla Montagne Pelée, attraversare la foresta tropicale, fare il tour della Penisola della Caravelle, ce n’è per tutti i gusti!

Gli imperdibili

  • L'Habitation Clément
  • La Baignoire de Joséphine
  • La Pagerie aux Trois-Ilets
  • La Trace des Jésuites
  • La Montagne Pelée

Da fare / Da vedere

  • Fare il bagno nella baia du François che ospita  «la Baignoire de Joséphine» (la vasca da bagno di Joséphine, prima moglie di Napoleone), un vero banco di sabbia nel mare .
  • Visitare  il castello Dubuc nel cuore della riserva della Caravelle.
  • Fare canyoning a Fonds Saint-Denis, Grand-Rivière, Morne Rouge o Ajoupa Bouillon.
  • Passeggiare all’ Anse Dufour e Anse Noire: queste due anse sono una accanto all’altra, ma una è di sabbia bianca, l’altra di sabbia nera.
  • Andare a spasso per i ponti sospesi nel giardino di Balata.
  • Degustare un rhum  invecchiato al ritmo di una biguine, di una mazurka o di uno zouk.

  →Informazioni Pratiche per la Martinica

I nostri preferiti

Hôtel Cap Est Lagoon Resort & Spa

Hôtel Bakoua (Accor)

Des Hôtels et des Iles

Gîtes de France Martinique

  →Scopri anche le altre destinazioni Oltremare 

 

Related videos

 
 

Sponsored videos