Rendez-vous nel Gard

  • Gard

    Gard

    © CDT30

  • Arènes de Nîmes dans le Gard

    Arènes de Nîmes dans le Gard

    © CDT30

  • Pont du Gard

    Pont du Gard

    © CDT30

  • Vignobles dans le Gard

    Vignobles dans le Gard

    © CDT30

  • Vignobles dans le Gard

    Vignobles dans le Gard

    © CDT30

  • Gard

    Gard

    © CDT30

  • Gard

    Gard

    © CDT30

  • Gard

    Gard

    © CDT30

Rendez-vous nel Gard Nîmes fr

Il dipartimento del Gard :

  • Un eccezionale punto d’incontro tra Provenza, la Linguadoca, le Cévennes e la Camargue. 
  • 3 siti classificati nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO : il Ponte del Gard ( che fa parte del prestigioso acquedotto costruito nel I secolo che conduceva l’acqua per 50 chilometri dalle sorgenti di Uzès fino a Nîmes), la chiesa abbaziale di Saint Gilles (del XII secolo, classificato come Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel contesto dei cammini di San Giacomo di Compostela e la cui facciata è un vero gioiello dell’arte romanica) ed infine le CAUSSES & CEVENNES  per il suo paesaggio culturale dell’attività agro-pastorale del Mediterraneo. 
  • Una costa che ospita il primo porto turistico europeo : Porto Camargue. Il secondo porto di pesca del Mediterraneo ; e  Le Grau du Roi e la spiaggia de l’Espiguette, sito classificato. 
  • A 1567 metri di altitudine in Cévennes, culla dell’ultimo osservatorio meteorologico di montagna ancora abitato ed in attività in Francia : l’Osservatorio del monte Aigoual
  • Un patrimonio storico e culturale eccezionale di 550 monumenti classificati così come le città affascinanti e di carattere : Nîmes, la romana, Uzès città ducale, Villeneuve-lez–Avignon residenza dei cardinali. 
  • Un territorio vario dai toni del sud nel quale si coltivano asparagi delle sabbie, fragole di Nîmes « Gariguette », mele « Reines des Reinettes », cipolle dolci di Cévennes, riso e toro di Camargue, olive di Nîmes « Picholine », tartufi, Pélardon (un tipo di formaggio) di Cévennes, fior di sale di Camargue… la maggior parte di questi prodotti hanno ottenuto la Denominazione di Origine Controllata (DOC) 
  • Una grande varietà di vigneti dai ricchi vitigni come quello noto di Côtes du Rhône in cui si trovano delle denominazioni « Village » di eccezione come le Chusclan, le Lirac, le Laudun  o anche il più celebre rosé francese: le Tavel, o ancora le Costières de Nîmes,  divenuti un riferimento per quanto riguarda i  vini di qualità del grande sud, senza dimenticare le Coteaux du Languedoc, la Clairette di Bellegarde, i vini di Pays, le Coteaux du Vivarais… 
  • Una varietà straordinaria di centri d’interesse con più di 9000 chilometri di itinerari di escursioni ma anche di turismo fluviale lungo il Reno, del Petit Rhône e del canale di Rhône à Sète.   
  • 300 giorni di sole per una capacità di ricezione vario e di qualità.

Allora cosa aspetti ?... Benvenuto nel Gard!

 

Related videos

 
 

Sponsored videos

 
 
 
 

Cosa vedere

Nei dintorni