Riapertura del Museo di Pont-Aven

  • Jardin en étage : une nouveauté au centre de la rénovation

    Jardin en étage : une nouveauté au centre de la rénovation

    © Musée de Pont-Aven - Dominique Leroux

  • Vue sur le bâtiment d'origine du Musée de Pont-Aven

    Vue sur le bâtiment d'origine du Musée de Pont-Aven

    © Musée de Pont-Aven - Dominique Leroux

  • Paul Gauguin, Aimez-vous lers uns les autres

    Paul Gauguin, Aimez-vous lers uns les autres

    © Musée de Pont-Aven

  • Paul Gauguin, Les drames de la mer

    Paul Gauguin, Les drames de la mer

    © Musée de Pont-Aven

  • Emile Bernard, Paysage de Pont-Aven

    Emile Bernard, Paysage de Pont-Aven

    © Musée de Pont-Aven

Physical Disability
Riapertura del Museo di Pont-Aven Place Hôtel de ville 29930 Pont-Aven fr

E' chiamata la « cité dei pittori ». Situata sulla punta della Bretagna, Pont-Aven può vantarsi di essere stata il luogo d'origine dell'omonima scuola artistica (1886-1894).

Rinnovato e ampliato, il Museo di Pont-Aven, racconta, meglio di ogni altro, la storia dei pittori della scuola di Pont-Aven e, nello specifico, quella del famosissimo Paul Gauguin. Riapertura prevista per la primavera 2016.

C'era una volta, nel XIXesimo secolo, una piccola città, dal fascino così bucolico che, nella bella stagione, attirava artisti da tutto il mondo, che lì si recavano in cerca di ispirazione. Tutti si nutrivano della luce del posto, dei meandri del fiume Aven, dei suoi abitanti e delle loro usanze, tutte pregne di assoluta semplicità. 

Osare con il colore, non dipingere secondo natura, ma andare dritto all'essenziale : questi ideali guidavano il pennello di Paul Gauguin e dei suoi colleghi, come Émile Bernard (1868-1941), Paul Sérusier (1864-1927), Émile Jourdan (1860-1931)…

Già 850 opere di questi grandi esponenti della scuola di Pont-Aven (una decina di artisti in totale) erano state riunite nel vecchio annesso dell' Hôtel Julia e in un edificio contemporaneo, costruito nel 1984, in pieno centro città. 

Il primo museo al mondo dedicato alla scuola di Pont-Aven

Ormai rinnovato e ampliato, il museo disopne di 2000 m² di superfice d'esposizione, oltre due volte la grandezza del museo precedente. Proprio questo aspetto fa di questa istituzione - che riunisce dipinti di ispirazione realista e sintetica - il primo museo al mondo dedicato alla scuola di Pont-Aven.

La parte esterna del museo è stata oggetto di un ulteriore rinnovamento, accogliendo così uno splendido giardino (vedi diaporama), ispirato ad un'opera di Charles Filiger : « Paesaggio roccioso, Le Pouldu ». Le piante, scelte per decorare questa oasi di verde, evocano proprio i paesaggi bretoni che hanno nutrito l'immaginario di questo pittore. 

Peraltro, questo museo non si limita ad ospitare unicamente opere degli artisti della scuola di Pont-Aven. Anche l'arte contemporanea, infatti, trova un suo spazio grazie a numerose esposizioni temporanee. 

Indirizzo

Museo di Pont-Aven
Place de l' Hôtel de ville
29930 Pont-Aven

Articoli correlati