Rendez-vous a Soissons, città martire

  • Monument des Anglais, Soissons

    Monument des Anglais, Soissons

    © ADRT Aisne

  • Cattedrale di Soissons - Then & Now

    Cattedrale di Soissons - Then & Now

    © Archives Départementales de l'Aisne/ ADRT02

  • L'esercito tedesco per le strade di Soissons - Then & Now

    L'esercito tedesco per le strade di Soissons - Then & Now

    © Archives Départementales de l'Aisne/ ADRT02

Rendez-vous a Soissons, città martire 16 place Fernand Marquigny 02205 Soissons fr

Soissons, in Piccardia, nel nord della Francia, è storicamente nota per essere stata la prima capitale francese. Nell’epoca dei Merovingi, diventa nel 486 la prima capitale dei Franchi. Questa città segnerà la storia del paese a lungo.

Soissons è una delle città martiri della Prima Guerra mondiale

Inizialmente conquistata a fine agosto 1914 dall’esercito tedesco, viene riconquistata dai francesi a settembre durante la battaglia della Marne. Il fronte si stabilisce a nord della città che viene pesantemente bombardata fino al 1917. Durante gli ammutinamenti del 1917, la città vede scappare i soldati che si rifiutano di andare al fronte dopo la disastrosa offensiva dello Chemin des Dames.

Soissons viene conquistata ancora una volta nella primavera del 1918 in un’offensiva tedesca, prima di venire definitivamente liberata nel corso dell’estate.
Dietro la chiesa di Saint-Pierre, accanto al palazzo di Giustizia di Saissons, si trova una statua innalzata all’effigia dei soldati francesi caduti in battaglia nel 1917.
Nel centro-città si trova un monumento che rende omaggio ai soldati britannici. È l’opera degli scultori Herbet Hart e Eric Henry Kennington e degli architetti Gordon H. Holt e Verner O. Rees. Vi sono incisi i nomi dei 3987 ufficiali e soldati ai quali la guerra ha negato una sepoltura nota e gli onori resi ai loro compagni nella morte. I nomi sono incisi sulle pareti interne del monumento e divisi per reggimento.

Contatti

Ufficio del turismo di Soissons
16, place Fernand Marquigny
02 205 Soissons
France
Tel.: +33 (0) 3 23 53 17 37