Le spiagge dello Sbarco in Provenza e siti commemorativi

  • © Office de Tourisme Toulon

  • © Vincent Merlin

Le spiagge dello Sbarco in Provenza e siti commemorativi provence fr

La sera del 15 agosto 1944, 100.000 soldati alleati sbarcarono in Provenza, 10.000 si lanciarono con il paracadute. 2.000 aerei da combattimento e 500 navi da guerra sono state mobilizzate per partecipare all’operazione Dragoon, nome in codice di questo sbarco.

Inizialmente, gli sbarchi in Normandia e in Provenza sarebbero dovute avvenire lo stesso giorno. Se per motivi climatici quello in Normandia (operazione Overlord) ritarda soltanto di qualche giorno, l’operazione Dragoon è rimandata al 15 agosto, in mancanza di materiale e di truppe disponibili. Queste due operazioni avevano una doppia finalità: aprire due fronti in Francia per dividere le forze tedesche e alleggerire il fronte russo.

Nella notte del 14 agosto, la flotta alleata, raggruppata a largo della Corsica, si dirige verso le coste provenzali. Alle 4:00 del mattino, 5.000 paracadutisti si sono lanciati sopra Muy e La Motte che liberarono. Alle 8:00 del mattino i primi fanti americani e i commando francesi presero piede su 70 km di costa tra Cavalaire e Saint-Raphaël. 

Alla sera del 15 agosto, due teste di ponte furono assicurate da una parte all’altra di Fréjus. Con l’aiuto dei partigiani locali tutte le vie di accesso alle zone dello sbarco furono chiuse. Il 16 agosto, la maggior dell’effettivo americano e francese sbarcò. Dal 17 agosto, il generale de Lattre de Tassigny installa il suo quartieri generali nella Cogolin liberata.

Le truppe americane prendono la direzione di Isère e la valle del Rodano al seguito dell’armata tedesca che ripiegava in ritirata. I Francesi dovevano prendere le porte di Tolone e Marsiglia dove i tedeschi si sono trincerati. Dopo diversi giorni di lotta, Tolone e Marsiglia caddero il 28 agosto. La presa di queste due porte è fondamentale perché permise l’arrivo di 900.000 soldati alleati e di 4 milioni di tonnellate di materiale. A partire dal 29 agosto, gli uomini del generale de Lattre de Tassigny raggiunsero gli alleati all’inseguimento dei tedeschi. A poco a poco le città caddero e, da settembre, le truppe dell’Overlord e del Dragoon si ricongiunsero in Borgogna per marciare sulla Germania. 


Le spiagge dello sbarco


- La spiaggia di CANADEL :Nella notte dal 14 al 15 agosto, un gruppo di commando d’Africa sbarca per errore su questa spiaggia. Stabilì la connessione con il distaccamento del cap Nègre, e raggiunse la Mole a 10 km dalla costa.


- La spiaggia di CAVALAIRE :Su questa spiaggia, sbarcarono il 15 agosto le truppe della terza divisione D.I. americana di cui una frazione raggiunse alle 13.00, i commando francesi di Canadel e di cap Nègre.


- Il CAP NEGRE :Il 15 agosto, poco dopo la mezzanotte, 70 uomini dei Commando d’Africa addestrati specificatamente, atterrarono ai piedi delle falesie di Cap Nègre, le scalarono, sorpresero il nemico e catturarono la batteria che essi avevano come obbiettivo di ridurre. 


- La spiaggia di PAMPELONE :La terza D.I. americana occupa, il mattino del 15 agosto questa vasta spiaggia, che diventa un importante luogo dello sbarco. Nelle vicinanze, l’aerodromo di Ramatuelle, costruito in una vigna, in 48 ore, permette la partenza dei primi aerei alleati.


- La Spiaggia di LA NARTELLE :Questa spiaggia fu, il 15 agosto, il punto di sbarco della 45° D.I. americana e , nella notte seguente, di un gruppo della prima D.V. francese comandata dal generale Sudre.


- La spiaggia di DRAMONT :Il relitto di una nave alleata, le costruzioni in cemento tedesche, il monumento commemorativo che domina la spiaggia ricordando la battaglia che si tenne in questo luogo il 15 agosto quando la 36° D.I americana vi sbarcò.

Il memoriale di Mont-Faron


Per accedere al sito dedicato alla memoria dello sbarco in Provenza, bisogna prendere la strada vertiginosa che porta alla cima del Faron o la teleferica che porta ai bei panorami sulla Rada di Tolone: l’orizzonte si estende da Porquerolles a la Ciotat. La Torre Beaumont è stata costruita nel 1845 in cima al Monte Faron, a 543m di altitudine, per sorvegliare la Rada di Tolone. Ospita oggi il Memoriale dello Sbarco di Provenza. Dalla terrazza, il visitatore può godere di una vista magnifica sulla rada.  Inaugurato dal generale de Gaulle, il 15 agosto 1964, il memoriale mostra in maniera dettagliata le operazioni che si sono svolte sulle coste della Provenza in seguito allo sbarco alleato dell’agosto 1944.

La visita è libera

Dal martedì alla domenica (da ottobre ad aprile 10.00-12.00/14-16.30 e da maggio a settembre 10.00-12.00/14.00-16.30)

TARIFFE

Adulto : 4 €

dai 10 ai 18 anni : 1 €

Mémorial du Débarquement de Provence

Tel. : 04 94 88 08 09

Il Museo della Marina


Il museo riporta il destino militare del porto di Tolone, la creazione del suo arsenale,che raccolse sotto Luigi XIV vascelli e galere, il suo sviluppo nel corso dei secoli, fino a diventare il primo porto di guerra francese.  i pannelli esplicativi sono disponibili in francese, inglese e italiano. Delle audio-guide permettono una visita individuale in francese, inglese, italiano, spagnolo e tedesco. Vengono organizzate visite guidate tutti i giorni in luglio ed agosto, e su prenotazione durante il resto dell’anno. 


TARIFFE : 

Adulti sopra i 26 anni: 6 €

Minori di 26 anni : Gratuito

Musée National de la Marine

Place Monsenergue

Quai de Norfolk

Tel. : 04 22 42 02 01

toulon@musee-marine.fr

www.musee-marine.fr

 

Maggiori informazioni