Le terre rosse di Salagou, il paesaggio insolito della Linguadoca

  • Lac du Salagou

    Lac du Salagou

    © Christel Gauthier

  • Lac du Salagou

    Lac du Salagou

    © Eric Brendle

  • Salagou Liausson

    Salagou Liausson

    © S. Durand Keller

Le terre rosse di Salagou, il paesaggio insolito della Linguadoca Languedoc-Rousillon fr

Conosci il lago di Salagou?

Situato a ovest di Montpellier, è stato creato negli anni sessanta per irrigare la valle e permettere la riconversione delle viti in frutteti. Oggi, questo luogo dal paesaggio lunare e arido è diventato la destinazione preferita dagli amanti della natura e del nuoto. 

Nella zona del Midi, a circa 1000 km da Bruxelles, il « Grande Rosso », così soprannominato, ricorda talvolta le distese desertiche dell'Arizona e dell'Africa. Il lago si stende per oltre 7,5 km di lunghezza in un territorio circondato da strane colline, tutte vecchi vulcani. I paesaggi singolari incantano gli appassionati della natura, i fan degli sport con tavola, della pesca e delle passeggiate. 

Nelle ore calde i turisti vengono a cercare refrigerio al fresco (in estate la temperatura dell'acqua raggiunge i 28°). Sulla superficie dell'acqua, sempre mossa da due venti dominanti, la Tramontana e il Marino, si praticano sport come la vela e tutte le attività con la tavola (i motori sono vietati) Ecco un assaggio delle attività permesse: 

  • Sci nautico - Salagou è particolarmente apprezzato dai surfisti, poichè il vento è regolare. Catamarano, pedalo, barca a vela, canoa, kayak e altri tipi di imbarcazioni sono l'ideale per godersi il lago in famiglia o tra amici. Le rampe di accesso all'ingresso invitano le barche a immergersi nell'acqua di Salagou. L'attrezzatura può essere noleggiata nei club di vela del posto. 
  • Il regno del Kitesurf - Disciplina ispirata al surf e all'aquilone, il Kitesurf oggi è ampiamente praticato, sulle superfici delle acque più calme. Salagou è un luogo eccezionale per i back-flips, i giri di 360° e altre evoluzioni tipiche del gergo dei surfisti: grandi emozioni garantite! 
  • Passeggiate - Percorrere le colline soleggiate, i sentieri all'ombra, i paesaggi variopinti, sentire il profumo della menta, del timo, del rosmarino selvatico... Diverse escursioni programmate per scoprire il luogo a piedi, a cavallo o in mountain bike. 
  • Pesca - Dalla sua creazione, il lago di non è più stato svuotato. Esso gode delle condizioni climatiche favorevoli alla nascita e alla preservazione della specie acquatica. Carpe, lucci, pesce persico e molti altri abitano oggi queste acque. 

Da non perdere la visita dei villaggi attorno al lago, tra cui: 

  • Saint-Guilhem-le-Désert – Questo comune fa parte dei più bei villaggi di Francia, con le sue stradine, le sue case dalle facciate antiche e le sue fontane. 
  • Lacoste- Il villaggio fortificato che offre un panorama grandioso sulla valle dell'Hérault.
  • Mourèze - Questa perla della Linguadoca è conosciuta per il suo circo dolomitico, il suo festival annuale e l'escursione sul Monte Liausson, che offre una vista eccezionale sul lago di Salagou.
  • Clermont-l’Hérault - Una delle città più importanti del dipartimento. Il suo castello feudale, i suoi bastioni e fossati e il mercato del mercoledì valgono la visita. 
  • Ceyras - Questo antico piccolo villaggio situato sulla riva del lago di Salagou trae le sue risorse principali dalla viticultura.

Visita anche la Grotte di Labeil, il Museo di Lodève, il Circo di Navacelles e la Grotta di Clamouse.

Come arrivare dal Belgio:

- in aereo: volo Charleroi - Montpellier (1h40) (Montpellier – Lago di Salagou : 55 km in auto) ;
- in treno: TGV diretto fino a Montpellier (5h30) ;
- in automobile: il lago di Salagou è accessibile in 9h30 da Bruxelles.

Maggiori informazioni

Cosa vedere