Rendez-vous a Valinco Propriano

  • Propriano

    Propriano

    © Markus3 (Marc ROUSSEL)

  • Sartène

    Sartène

    © Jean-Pol GRANDMONT

Rendez-vous a Valinco Propriano Golfe du Valinco 20100 Sartène fr

Siete alla ricerca di una destinazione che coniughi la dolcezza di spiagge soleggiate e lo splendore di una montagna verdeggiante? Desiderate sia il comfort di una destinazione balneare che il fascino e l’autenticità dei villages perchés? E, ancora, l’abbondanza culturale di una regione ricca di tradizioni e un luogo d’eccezione per la pratica di attività tonificanti? Benvenuti in una terra unica, ricca di contrasti: il Sartenais Valinco Taravo! 

Da non perdere nel Sartenais Valinco Taravo

La torre di Campomoro
Situata sulla punta sud del golfo del Valinco, nel villaggio di Belvédère-Campomoro a 8 km da Propriano, questa torre genovese è stata costruita alla fine del XVI secolo in un anno soltanto.

Dichiarata Monumento storico, fa parte della rete di torri che circondano la Corsica, edificate allo scopo di proteggere l’isola dalle invasioni di barbari.

La torre di Campomoro è la più massiccia di tutte e presenta la particolarità di essere circondata da una cinta muraria a forma di stella. Recentemente restaurata, alla torre si accede attraverso un sentiero dotato di pannelli illustrativi e si può visitare l’esposizione permanente che ne ripercorre la storia dell’edificazione. Apertura da aprile a settembre, tariffa d’ingresso 3,50 €.

Paracadutismo a Propriano

Il Golfo di Valinco visto dal cielo … a condizione di tenere gli occhi aperti!Molti vacanzieri alla ricerca di sensazioni forti sono invogliati a tentare il paracadute durante il loro soggiorno in Corsica.La scuola del Valico, situata all’aerodromo di Tavaria nelle vicinanze di Propriano (a 70 km da Ajaccio e a 13 da Sartène), gode di un’ottima reputazione.

Museo dipartimentale della Preistoria corsa e d’archeologia di Sartène

Questo museo presenta i reperti più caratteristici della Preistoria insulare, dall’VIII millennio a.C. fino all’inizio dell’epoca romana.Qui è possibile ritrovare più di 250.000 oggetti, tra armi, parure, gioielli, vasi, ma anche utensili litici e statue menhir.
Questo museo appare come il naturale completamento della visita dei grandi siti megalitici del sud della Corsica.