2016, un anno nel pallone

Da 10 giugno 2016 a 10 luglio 2016
2016, un anno nel pallone Francia fr

Manca poco più di un anno, ma il conto alla rovescia per gli Europei di Calcio UEFA EURO 2016 è cominciato!

Già pronta la mascotte ufficiale, Super Victor, un ragazzino curioso, un piccolo genio del pallone, maglietta alla marinara con i colori della Francia e il numero 16, scarpini magici e una mantella fatata che lo fanno volare sul campo. Ben definita la filosofia di fondo dell’evento: “Celebrare l’arte delcalcio”, che esprime la bellezza del gioco e insieme la creatività della cultura francese, un Paese che da sempre affascina e ispira artisti da tutto il mondo. Già pronti anche la coppa, il logo e lo slogan: “Rendez-vous”. I fan del pallone si daranno infatti tutti appuntamento per assistere al meglio del calcio europeo e per prendere parte a feste indimenticabili, condividendo grandi emozioni. Ma “Rendezvous” è anche l’invito a scoprire, dal 10 giugno al 10 luglio 2016, le ricchezze culturali della Francia. Organizzati in 10 città, gli Europei di calcio mostreranno la storia, l’arte, la cultura e anche la bellezza architettonica degli stadi, rinnovati o creati espressamente per l’evento, in cui si sfideranno le 24 nazioni partecipanti, in 51 partite. Quattro saranno disputate a Lens, Nizza, Saint-Étienne e Tolosa, 5 a Bordeaux e a Parigi, al Parc des Princes, 6 a Lille, Lione e Marsiglia, 7 a Saint-Denis, Stade de France. Gli stadi, ultramo derni,sono veri protagonisti: quattro nuovi, a Lille, Lione, Bordeaux e Nizza, e cinque rinnovati (Marsiglia, Parigi, Saint-Étienne, Lens e Tolosa). Anche lo Stade de France di Saint-Denis si rifà il look per l’occasione. Attorno agli stadi: arte, cultura, gastronomia… tutto per accogliere al meglio gli ospiti. La macchina dell’ospitalità è già in moto, con formule di soggiorno su misura e tariffe per tutti i budget. Senza dimenticare i 100.000 invitati… 

Da Nord a Sud, uno sguardo sulle 10 città

  • Lens, ex centro minerario del Nord-Pas de Calais, oggi con l’apertura del Louvre-Lens è diventata una capitale culturale, nel cuore di una regione Patrimonio dell’Unesco.
  • Lille, con la splendida Grand Place e il Beffroi, accogliente, dinamica, è una consolidata capitale della cultura e una città di grande convivialità, fra birre artigianali ed estaminets.
  • Parigi, che non ha bisogno di presentazioni, sta completando il restyling dello stadio Parc des Princes, pronto per la seconda metà del 2015.
  • Saint Denis, con il grandioso Stade de France, 80.000 posti, è famosa per la basilica, dove sono sepolti più di 75 fra re e regine di Francia.
  • Saint-Étienne, dichiarata dall’Unesco città creativa del design, vanta uno splendido Museo d’Arte Moderna.
  • Anche Lione è Patrimonio dell’Unesco per il suo centro storico rinascimentale e invita a scoprire le delizie della sua gastronomia.
  • Bordeaux, capitale del vino, un centro storico Patrimonio dell’Unesco, è stata eletta miglior destinazione europea del 2015.
  • Tolosa, la città rosa per le sue architetture di mattoni, è un’indiscussa capitale dell’arte di vivere nel Sud di Francia.
  • Marsiglia, grande porto mediterraneo, capitale della cultura nel 2013, si è totalmente trasformata, fra bei musei, come il MuCEM e architetture innovative.
  • Nizza incanta con la dolcezza del suo clima e la luminosità assoluta che ha incantato pittori come Matisse e Chagall e che continua a richiamare turisti da tutto il mondo.

Per saperne di più: it.uefa.com/uefaeuro-finals

Maggiori informazioni