Le 24 Ore di Le Mans

Da 18 giugno 2016 a 19 giugno 2016
  • Le 24 Ore di Le Mans

    Le 24 Ore di Le Mans

    © Ville du Mans / Gilles Moussé

  • Le 24 Ore di Le Mans

    Le 24 Ore di Le Mans

    © Ville du Mans / Georges Pacheco

  • Le 24 Ore di Le Mans

    Le 24 Ore di Le Mans

    © Ville du Mans / Gilles Moussé

  • Le 24 Ore di Le Mans - gara

    Le 24 Ore di Le Mans - gara

    © Ville du Mans / Gilles Moussé

Le 24 Ore di Le Mans 72100 LE MANS fr

Le 24 Ore di Le Mans: un mito della corsa automobilistica

Una corsa folle, una sfida alla resistenza umana e delle macchine: le 24 Ore di Le Mans uniscono tutti gli ingredienti della drammaturgia sportiva.

Innanzitutto, un luogo unico: il circuito della Sarthe, uno dei più lunghi al mondo; e poi un tracciato, con le sue gioie e i suoi dolori, che designa gli eroi contenti o scontenti dopo 24 ore. Le 24 Ore di Le Mans*, la più grande corsa di resistenza al mondo, scrive ogni anno dal 1923 un capitolo della storia automobilistica.

Per quanto riguarda la sua organizzazione, questa è immutata: il sabato, alle 15 in punto, la bandiera tricolore dà il via al gruppo composto da una sessantina di bolidi. È così che inizia questa corsa mitica che, giorno e notte, vede 2 piloti per squadra darsi il cambio.

Stress, rari momenti di sonno, protagonisti all’erta: adrenalina garantita al 100% per un’autentica sfida fisica e tecnica nell’assordante cornice di motori ruggenti.

Porsche, Audi, Ferrari, Toyota...

Con 2.400 giornalisti di oltre 160 paesi, le 24 Ore di Le Mans è senza dubbio l’evento più mediatico di Francia insieme al Festival di Cannes. Qui, di fronte a tutto il mondo, le case automobilistiche, come Porsche, Audi, Ferrari e Toyota, fanno rombare i motori.

Sul luogo, sono circa 260.000 gli spettatori che assistono a questo spettacolo intorno al circuito della Sarthe. A metà strada tra il circuito tradizionale automobilistico e quello disegnato per le vie delle città, questo tracciato ibrido si compone di 13.629km di suspense.

Le particolarità del circuito?

  • Velocità media di 219 km/h
  • Sul rettilineo delle Hunaudières (6 km), i bolidi possono raggiungere i 400 km/h
  • Caso unico: il tracciato unisce una porzione della strada nazionale con il circuito (circuito Bugatti)

Partecipa anche il jet set 

La città di Le Mans (Sarthe) diventa, per un weekend, il luogo di ritrovo per il jet-set mondiale. Questo si accalca nei paddock, e compare nelle prime pagine delle riviste; a meno che non diventi protagonista attivo dell’evento…

L’attore americano Paul Newman ha avuto ore di gloria sportiva (ottenendo il secondo posto nel 1979 con una Porsche 935), mentre Steve McQueen ha recitato nel famoso film Le Mans (1971). Più recentemente, Fabien Barthez, portiere della squadra di calcio francese nel 98, vi ha debuttato a bordo di una Ferrari.

Una settimana di attività di ogni genere

Se la corsa inizia a metà giornata del sabato (per terminare alla stessa ora il giorno seguente), la città di Le Mans, invece, si anima per tutta la settimana precedente in attesa del giorno X. Concerti, stand con piloti aperti al pubblico, esposizioni di auto d’epoca, prove ufficiali: gli organizzatori dell’Automobile Club de l’Ouest sanno decisamente cosa fare per tenere viva la suspense.

Arrivato il giorno X, si tolgono finalmente le briglie ai cavalli dei motori, lasciando spazio a sorprese, sfide, delusioni e tragedie. Servono sudore e lacrime per avere l’enorme privilegio di entrare nella leggenda dell’automobilismo mondiale.


*Le 24 Ore di Le Mans sono state all’origine della creazione delle 24 Ore di Daytona, della Corsa di Nürburgring (Germania) e delle 6 Ore di Spa-Francorchamps in Belgio.

Related videos

 
 

Sponsored videos

 
 
 
 

Cosa vedere