I Castelli di Leonardo

  • Giardino e castello di Amboise

    Giardino e castello di Amboise

    © © L. de Serres

  • La camera di Leonardo al castello Clos Lucé

    La camera di Leonardo al castello Clos Lucé

    © © L. de Serres - Chateau du Clos Lucé

  • Castello del Clos Lucé

    Castello del Clos Lucé

    © © L. de Serres

I Castelli di Leonardo

“Qui Leonardo sarai libero di sognare, di pensare e di lavorare”. 500 anni fa, nell'autunno del 1516, Leonardo Da Vinci arriva ad Amboise, nella Valle della Loira, su invito del giovane re Francesco I. 


Leonardo ha già 64 anni e ha compiuto un viaggio lungo e difficile, attraversando le Alpi e portando con sé la Gioconda, il San Giovanni Battista e la Sant’Anna. Francesco I gli mette a disposizione il Castello del Cloux (oggi Castello del Clos Lucé) a due passi dal Castello Reale di Amboise e lo nomina “primo pittore, ingegnere e architetto del re”. Leonardo vive al Clos Lucé gli ultimi tre anni di vita, realizzando e organizzando le grandi feste reali e la famosa ricostruzione della battaglia di Marignano, rappresentata il 15 maggio 1518. Progetta una città ideale che doveva sorgere a Romorantin (70 km da Amboise) e un mai realizzato canale fluviale, che avrebbe dovuto collegare la Loira alla Saona. Il 2 maggio 1519, Leonardo si spegne nella sua camera, al Clos Lucé. La sua tomba si trova oggi nella Cappella di Saint-Hubert del Castello di Amboise.


Amboise celebra Leonardo 

Lo splendido Castello Reale di Amboise, capolavoro del Rinascimento francese sulle rive della Loira, circondato da scenografici giardini, propone visite guidate dedicate a Leonardo (dal 17 aprile all’11 settembre, ogni domenica alle 11:30) e una serie di eventi:- Studio Leonardissimo©, dal 15 aprile al 15novembre.Sull’esempio di Leonardo, che disegna il Castello Reale nel 1517, i visitatori sono invitati a cercare l’ispirazione nei giardini che dominanola Loira. A disposizione cavalletti e tele di grande formato. - Sabato 7 maggio giornata dedicata a Leonardo da Vinci con visite guidate, ateliermusicale e concerto “La festa del paradiso”.- Il 15 luglio celebrazione dell’arrivo di Leonardo ad Amboise, con sfilata dal Clos Lucé al Castello Reale e spettacoli vari, fra il castello e il centro della città. Nella stessa data da non perdere lo spettacolo per bambini “Lionardo, la vera storia del genio di Vinci”.Da segnalare anche il nuovo spettacolo storico notturno, magica ricostruzione della corte nel Rinascimento, creato dallo scenografo Damien Fontaine (in luglio e agosto).


Il Clos Lucé, la dimora più intima

Altro gioiello del Rinascimento, costruito con mattoni e tufo, è l’unica dimora di Leonardo, oltre alla casa natale a Vinci. La visita rivela l’intimità del genio: la sua camera,la cucina, la sala del Consiglio, la cappella dagli affreschi dipinti dai suoi discepoli. Il piano interrato è dedicato a Leonardo ingegnere,con 40 modelli delle sue invenzioni. Nel parco, grazie a 20 macchine a grandezza naturale manipolabili e 40 tele giganti che rappresentano dettagli dei suoi dipinti, il visitatore si ritrova immerso nel cuore dell’ispirazione leonardesca. L’esposizione permanente “Leonardo da Vinci e la Francia” ricostruisce il legame di Leonardo con i re francesi.Quest’anno, dal 17 giugno al 30 dicembre, la mostra-evento “Dal Clos Lucé al Louvre, i tre capolavori di Leonardo da Vinci” celebra l’arrivo di Leonardo, decisivo nella vita del genio italiano e per la storia dell’arte, con ripercussioni nell’architettura, il teatro, la scienza, la tecnologia. L’esposizione mette in luce il ruolo fondamentale che i tre dipinti di Amboise hanno avuto all’apogeo dell’arte di Leonardo e mostra il fenomeno del mito attraverso cinque secoli. Mito che prende origine proprio al Clos Lucé e cresce progressivamente, fino all’esposizione dei dipinti al Louvre.

Maggiori informazioni

Related videos

 
 

Sponsored videos