Il Museo Rodin di Parigi tra scultura e fotografia

Da 12 aprile 2016 a 17 luglio 2016
  • Gordon Matta - Clark, Sauna Cut,  1971,  Kunstmuseum , Lichtenstein

    Gordon Matta - Clark, Sauna Cut, 1971, Kunstmuseum , Lichtenstein

    © Adagp, Paris 2016

  • Cy TWOMBLY , Winter’s Passage: Luxor , 1985,

    Cy TWOMBLY , Winter’s Passage: Luxor , 1985,

    © Fondation Twombly

  • Musée Rodin

    Musée Rodin

    © Paris Tourist Office - Photographe : Jacques Lebar

Il Museo Rodin di Parigi tra scultura e fotografia 77 rue de Varenne 75007 paris fr

In seguito alla riapertura del museo Rodin, questa mostra si propone di trattare la scultura e la fotografia secondo un approccio moderno  

Su proposta di Michel Frizot, Tra scultura e fotografia ci invita alla scoperta di otto artisti della fine del XXesimo secolo che hanno operato con la scultura e la fotografia in modo interconnesso e indissociabile. 

Nel 1965 circa, nell'ambito dell'arte concettuale e della nascente land art, alcuni artisti emergenti hanno completamente stravolto la tradizionale nozione di scultura con interventi in luoghi naturali facendo uso dela fotografia in modo sistematico, così da renderci testimoni di queste opere di "scultura effimera" o destinata a luoghi difficilmente accessibili. 

Ne sono risultate delle strette connessioni tra scultura e fotografia e un considerevole ampliamento delle forme estetiche scultoree e fotografiche già note. 

Gli otto artisti qui presentati, avendo fatto propria questa attitudine innovatrice, appartengono proprio a questa generazione e si impegnano a sviluppare e preservare una prossimità stretta tra scultura e fotografia. 

Nello specifico, la mostra esplora diversi sviluppi dell'alleanza e della congiunzione tra scultura e fotografia; per questo il percorso si apre sin da subito con Richard LongGordon Matta-Clark e con la coniugazione di queste due forme artistiche sin dal momento del concepimento dell'opera stessa. 

Dieter AppeltGiuseppe Penone hanno cercato di mettere in risalto l'importanza del corpo umano, le sue corrispondenze primordiali con la natura e addirittura un immaginario comune del corpo primitivo. 

Con Mac AdamsMarkus Raetz, invece, assistiamo ad una rappresentazione dei paradossi visivi e narrativi e al conseguente sviluppo di un interrogativo sospetto circa la "verità" percepita dallo sguardo. 

John Chamberlain, dal canto suo, è alla ricerca di una continuità formale, colorata, esuberante tra le due pratiche artistiche mentre Cy Twombly, meno noto per le sue sculture e per le sue fotografie, chiude il percorso con le sue evocazioni impressionanti elaborate con mezzi rudimentali e grossolani. 

La mostra Tra scultura e fotografia riunisce tre proposte nello stesso spazio:

  • Una mostra di sculture provocatorie
  • Una mostra di fotografie che si sottraggono agli standard artistici
  • Una mostra che sviluppa connessioni inedite e inattese tra i due mondi artistici 

Insomma, questi artisti ci portano ad una rottura con i preconcetti artistici e i luoghi comuni estetici, per imparare ad esercitarci affinchè il nostro sguardo possa carpire queste fantasiose implicazioni che vanno ben oltre i registri tradizionali della rappresentazione. 

Indirizzo

Museo Rodin di Parigi

77 rue de Varenne
75007 Paris

 

Tariffe

Prezzo intero : 10€
Prezzo ridotto : 7€