Le novità 2018 a Montpellier

Le novità 2018 a Montpellier

Museo Fabre,
Picasso protagonista  dell’esposizione
dell’estate

Dal
16 al 23 giugno, il museo Fabre Montpellier Méditerranée organizza la mostra
estiva  « Donner à voir » che propone una
riflessione su una quindicina di date chiave della vita di Picasso.
L’esposizione  si basa sulla collezione
personale dell’artista donata allo Stato nel 1979 (nucleo della collezione del
Museo Picasso). La carriera di Picasso è scandita da una serie  di rotture che inaugurano  dei « periodi », degli « stili » (periodi
blu, rosa, nero, cubismo analitico…). Se questi ultimi sono sovente  studiati e presentati come unità coerenti, il
museo Fabre punta a mettere  in luce i
momenti di  cambiamento  in cui compaiono nuove forme d’arte.

 

Il Mercato del Lez

Villaggio
dentro la città, hot-spot creativo che riunisce negozi, botteghe di brocante,
mercati di produttori, ristoranti, startup, animazioni  ed eventi, esposizioni e manifestazioni… il
Mercato del Lez si trova negli antichi locali 
industriali e agricoli : una stamperia, un mas e dei magazzini  sulle Rive del  Lez. Un condensato d’iniziative  creative che invitano a una nuova arte di
vivere : responsabile, locale, innovativa e contemporanea. Un solo luogo per divertirsi,
nutrire il corpo e lo spirito, per rilassarsi al sole, condividere momenti in
famiglia e con gli amici, godersi l’arte di vivere.. Il Mercato del Lez crea
animazione e diventa uno spazio vitale e di tendenza. Un vero crogiuolo di
culture urbane e  di indipendenza
culturale

 

L’Arbre Blanc,
architettura del XXI secolo

Una
nuova pianta mette radici nel cuore del quartiere contemporaneo di Port
Marianne
! L’Arbre Blanc, edificio progettato dagli architetti Sou Fujimoto,
Nicolas Laisné e Manal Rachdi, accoglierà i primi abitanti a settembre 2018. La
buona notizia è che ci saranno pure due grandi chef. Charles FONTES (chef
stellato della Réserve Rimbaud) ed Eric CELLIER, (chef del ristorante
gastronomico La Maison de la Lozère) guideranno una brasserie al pianterreno e
al primo piano della torre, oltre a un bar à tapas su una delle  terrazze panoramiche del  17° piano.

 

Una nuova stazione
TGV a Montpellier

Autunno
2018 – Una seconda stazione TGV - Montpellier Sud de France- entrerà in
servizio, con l’obiettivo di ridurre i tempi dei viaggi verso la Spagna e il
Belgio
, ma anche con Parigi e Lione Nel cuore dell’innovativo quartiere  Cambacérès la nuova stazione TGV sarà il
nucleo centrale del nuovo polo multimodale.

 

« La
Méditerranée à Vélo »

Nel
2018, Montpellier Méditerranée sarà una delle tappe del percordo in bicicletta
«  Méditerranée à Vélo », con il tratto che porta a
Villeneuve-lès-Maguelone,
a sud-ovest della città, con una spiaggia lunga 9 chilometri, intatta.  Vi si accede con una passerella sul canale dal
Rodano a Sète. In uno scrigno di verde,la cattedrale
Saint-Pierre de Maguelone
è un luogo unico, una
chiesa- fortezza romanica che  ha  accolto papi e vescovi nel Medioevo.
« Méditerranée à Vélo «  costituisce la parte francese dell’
itinerario ciclabile europeo EuroVelo 8.

 

Una nuova Facoltà
di Medicina

Culla
dell’insegnamento della medicina da otto secoli, Montpellier vanta la più
antica scuola di medicina del mondo occidentale in attività, dove ha studiato anche
Rabelais. Dall’autunno 2017 ha una nuova sede, architettura moderna (architetto
François FONTES) e tecnologie d’avanguardia, e dettagli che rimandano al suo
prestigioso passato

 

IL SAVOIR FAIRE 

A Montpellier, la ceramica e la liuteria
sono  i savoir-faire più legati alla
storia, ma molti altri artigiani hanno qui i propri atelier ed è possibile fare
un tour della città fra gli artigiani d’arte!

-Quartiere Sainte Anne : il feudo dei
liutai -
Dieci atelier di liutai in una città di 270 000 abitanti, e
quattro nel solo quartiere Sainte Anne, fanno di Montpellier uno dei centri di
liuteria più importanti del mondo. L’Ufficio del Turismo organizza visite
guidate agli atelier e ai loro segreti.

-La maiolica di Montpellier, antica tradizione
medica -
L’arte della maiolica
a Montpellier nasce alla fine del XVI secolo ed è legata alla storia della
medicina. Una manifattura regia viene aperta nel 1725, e la tradizione si riscopre
al Museo della Farmacia (circa 300 maioliche dal  XVIII al XIX secolo e ) e all’Hôtel de
Cabrières d’Espeyran (collezione d’arti decorative del Museo Fabre)

-La NEF, un luogo unico dedicato ai mestieri d’arte - In Rue de l’Université, la Nef è una delle sei
vetrine francesi permanenti di Ateliers d’Arte. Nell’antica Cappella della
Visitazione del XII sec, totalmente restaurata, centinaia di pezzi esposti:
arti della tavola, gioielli, oggetti decorativi, luci ..Un indirizzo
imperdibile per chi ama l’arte 

-Quartiere
Saint Roch e Boulevard Bonne Nouvelle : gli atelier- boutique
- Stilisti, gioiellieri, ceramisti,
artigiani del vetro, del cuoio, della carta…Una trentina di atelier-boutique
nei due spazi centrali e creazioni contemporanee basate su un savoir-faire
artigianale

 

INFO :www.montpellier-tourisme.fr - www.montpellier-france.it