Città normanne

Città normanne

function xt_med(p1,p2,p3,p4){return true;}function xt_med(p1,p2,p3,p4){return true;}

Bayeux  Famosa per l'Arazzo del XI secolo che ritrae la storia dell'invasione normanna dall'Inghilterra esposto al Museo della Tapisserie di Bayeux. Degna di nota la cattedrale gotica e il grazioso centro storico.www.bessin-normandie.com

AccessoAutobus: Bus Verts www.busverts.fr Treno: Rail Europe – Ferrovie francesi: www.tgv-europe.comBeuvron-en-Auge Magnifico villaggio, uno dei più belli di Francia. Con case a graticcio e una deliziosa piazza centrale: non dimenticate la macchina fotografica!Point d'information touristique Tel. 0033 (0)2 31 39 00 62CaenLa città di Caen conta un numero importante di monumenti storici, i principali furono costruiti sotto Guglielmo il Conquistatore nell'XI secolo (due abbazie ed il castello). Si contano una quarantina di chiese di cui talvolta restano solo poche mura. Il suo Mémorial pour la Paix è molto visitato.www.tourisme.caen.fr

AccessoAeroporto Caen-Carpiquet www.caen.aeroport.frAutobus: Bus Verts: www.busverts.fr Treno: Rail Europe – Ferrovie francesi: www.tgv-europe.comHonfleurHonfleur, romantica, artistica, autentica e pittoresca. La posizione privilegiata di Honfleur alle porte dei Pays d'Auge e della Costa Fiorita in Normandia offre in ogni stagione un luogo di residenza ideale. La piccola città marittima di Honfleur vi invita alla scoperta delle sue caratteristiche stradine e delle sue vecchie case di un ambiente protetto di 37 ettari creato nel 1974.Allo stesso tempo porto di pesca di commercio e dell'artigianato la città è riuscita a mantenere e sviluppare un ricco patrimonio storico e artistico. Da non perdere:• Passeggiate al  mare, gite in barca, spiaggia, golf, equitazione, tennis, percorsi avventura nei boschi, escursioni, distillerie.• Strade pittoresche, porto, monumenti storici : Greniers a sale, la chiesa di S. Caterina, la chiesa di S. eonardo.•  Museo Eugène Boudin (impressionismo), Maison Satie (percorso scenografico, musicista Erik Satie, nato a Honfleur), Musei del   vecchio Honfleur (museo della marina e museo di etnografia), Naturospace (Museo equatoriale, farfalle).www.ot-honfleur.frContatti utiliLa  Station Total 18 cours Albert Manuel vende e noleggia bici e a volte effettua piccole riparazioni.Le HavrePrima città della Normandia con 193.000 abitanti, Le Havre ha una lunga storia : città reale e grande porto già nel XVI secolo, a partire dal ‘700 , grazie alla ricchezza degli armatori per via degli scambi con le colonie, raggiunge una prosperità senza precedenti.Una crescita che spinge Luigi XVI a ordinare la costruzione di una nuova città a nord. Nel 1852, per l'aumento della popolazione, Napoleone III decide di smantellarne le mura e sostituirle con grandi boulevards, annettendo alla città i comuni vicini. Le Havre diventa una grande città industriale con un porto importante sia per il commercio (cotone, caffè, spezie, legni esotici) che per il trasporto passeggeri sui grandi transatlantici. Altro cambiamento radicale dopo il 1944 e le distruzioni della guerra. La ricostruzione dei 150 ettari del centro città è affidata all'architetto Auguste Perret, che applica i principi del classicismo strutturale, e unisce l'utilizzo del cemento armato a uno stile classico. Da luglio 2005, il centro rinato di Le Havre è inserito nel Patrimonio mondiale dell'UNESCO. Risultato di una storia di città di mare e portuale, il patrimonio di Le Havre è realizzato via via da grandi architetti : Bellarmato, Thibault, Lamandé, Perret, Niemeyer e presto Reichen. Così accanto a edifici storici come il Priorato di Graville (XI - XIX sec) sede di un museo lapidario e statuario, il Museo di Storia Naturale nel palazzo pretorio del XVIII secolo, la Cattedrale di Notre Dame, uno dei rari resti del XVI secolo, la « Casa dell'Armatore » del ‘700, e agli edifici d'epoca del quartiere St. François, si affiancano i Docks Vauban, costruiti a metà 800 su modelli dei docks di Londra, e recuperati a creare 52000 mq di negozi e spazi per attività, oltre al centro di interpretazione Odyssey, più a ovest. E poi la chiesa di Saint-Joseph costruita da Perret, capolavoro del XX secolo, il Museo Malraux, scrigno di luce degli anni ‘60 per accogliere la più importante collezione impressionista dopo il Museo d'Orsay di Parigi, e il Volcan, spazio culturale realizzato da Oscar Niemeyer nel 1982 con teatro, cinema, sale polivalente, secondo un'architettura innovativa e ricca di movimento.www.lehavretourisme.com AccessoAutobus: Bus Verts www.busverts.fr Treno: RailEurope –Ferrovie francesi: www.tgv-europe.com LisieuxCapoluogo del Pays d'Auge. Deve la sua fama mondiale quale centro di pellegrinaggio cattolico a santa Teresa di Lisieux. Le sue origini risalgono a più di 2000 anni fa testimoniate dalle tracce dell'occupazione romana, le invasioni barbariche e quelle dei pirati scandinavi. I monumenti più significativi per i pellegrini che numerosi (circa un milione) ogni anno si recano in questa città  sono• La cattedrale gotica di Saint-Pierre, che era anche la parrocchia di Teresa.• La casa dove ha abitato Teresa e la sua famiglia ai Buissonnets.• Il carmelo dove si è svolta la vicenda di Teresa e dove è anche stata traslata la salma del nuovo dottore della chiesa.• L'immensa basilica di Santa Teresa costruita negli anni trenta per accogliere i numerosi pellegrini.www.lisieux-tourisme.com Contatti utiliCycles Billette 20, rue au Char  per piccole riparazioni  e noleggio di biciAccesso Treno: Raileurope – Ferrovie francesi: www.tgv-europe.com Mont Saint MichelIl Mont Saint-Michel è un luogo di pellegrinaggio e di turismo internazionale. Il vescovo d'Avranches, Aubert, avrebbe fondato un santuario nel 708 sul Mont-Tombe, dopo 3 apparizioni successive dell'arcangelo San-Michele. Consacrata nel 709, la chiesa non ha cessato da allora di attirare curiosi e   pellegrini da ogni parte del  mondo. Il Mont-Saint-Michel ha la particolarità di essere stato eretto su un isolotto roccioso. Numerosi i gioielli architettonici da scoprire: la Chiesa  pre-romanica, la chiesa  abbaziale del Xl et del XV secolo, i complessi conventuali romanici e gotici. Trasformata in prigione dal tempo della  Rivoluzione fino al Secondo Impero, I'Abbazia  è affidata, dopo il 1874, ai Monuments Historiques. Dopo il 1969, una comunità monastica assicura una presenza spirituale permanente. Eletta a ragione « Meraviglia dell'Occidente », il Mont Saint-Michel è circondato da una bellissima baia, teatro delle più grandi maree d'Europa. Uno  spettacolo grandioso. Situata tra la Punta  bretone di Grouin (Cancale) et la Punta normanna di Champeaux (verso Granville), la Baia del Mont-Saint-Michel è anch'essa iscritta nella lista dei siti Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale dell'Unesco. Terra di storia e di leggende, il  sito che si visita oggi ha conosciuto, durante i millenni, i  capricci della natura  potente e difficile della Baia. Oggi la sfida dell'uomo è di riuscire a ridare al mare il suo posto intorno al Mont-Saint-Michel, un progetto ambizioso, potete verificare lo stato degli avanzamenti dei lavori cliccando qui..   www.projetmontsaintmichel.frDa non perdere:• la grande-rue, le mura, i giardini dell'abbazia. • Musée Historique : Ai piedi dell'Abbazia, 1000 anni di storia per  fa rivivere la costruzione, la vita dei monaci e la storia di Mont-Saint-Michel, le prigioni, il celebre periscopieo per ammirare la Baia. Collezioni di armi antiche...  • L'Auberge de La Mère Poulard : casa fondata nel 1888, è indissolubilmente legata al Mont Saint Michel per la famosa «omelette de la Mère Poulard» simbolo gastronomico del luogo. • L'Archéoscope : Spettacolo multimediale che ripercorre la storia e le leggende del Monte dalle origini ai giorni nostri. • Il Musée de la Mer et de l'Ecologie - Nella strada principale : Le curiosità del Monte e della baia dal XVl au XX secolo (maquette, ecosistemi, lavori di deinsabbiamento). • Logis Tiphaine - Nella casa di Bertrand Du Guesclin (1320 -1380), viene rievocata la storia della vita del Connestabile di Francia e della sua sposa Tiphaine de Raguenel. Visita di un tipico interno del XlVesimo secolo. Mobili - Tapezzerie - Oggetti curiosi. • Passeggiata notturna:scoperta del luogo scandita solo dalla musica e dal silenzio in luglio e agosto. Le grandi maree al Mont St-MichelLa Baia di Mont-Saint-Michel è lo scenario delle più grandi maree dell'Europa continentale.Quando poi hanno per scenario la Meraviglia dell'Occidente, che Victor Hugo definì la « piramide meravigliosa », lo spettacolo diventa davvero grandioso. Al momento delle grandi maree, il mare si ritira al fondo della Baia a 15 km dal Monte, scoprendo così migliaia di ettari di tappeto erboso, di fango, di sabbia e di corsi d'acqua. Con la bassa marea, le pozze d'acqua formano sulla sabbia riflessi iridati. Il mare raggiunge poi la costa « alla velocità di un cavallo al galoppo », come recita l'adagio.Per assistere alla marea che sale, nei giorni in cui il fenomeno è particolarmente imponente, bisogna arrivare due ore prima degli orari indicati. Quando i coefficienti delle maree sono superiori a 90, si determina il fenomeno del mascaret o mascaretto, limitato a una ventina di estuari nel mondo e visibile da Mont-Saint-Michel come dalla Pointe du Grouin du Sud vicino a Vains. Il mascaretto è un brusco innalzamento del livello delle acque di un fiume o un estuario provocato dall'onda della marea montante durante le grandi maree. Il che permette ai surfisti di cimentarsi in gare sull'onda più lunga.Entro il 2015, i lavori per liberare il Mont dagli insabbiamenti della baia dovrebbero essere ultimati, restituendo al sito il suo carattere insulare. Le grandi maree saranno così ancora più spettacolari.. Ma attenzione ! Ricordate che è estremamente pericoloso avventurarsi da soli nella baia, anche negli immediati dintorni di Mont-Saint-Michel.Per consultare il calendario delle maree: www2.normandie-tourisme.fr/articles/il-calendario-delle-maree-2011-1299-6.html www.ot-montsaintmichel.com

Contatti utiliCouesnon Motoculture: 1 bis rue Couesnon, Pontorson. Specializzato soprattutto in veicoli a motore, ma tratta anche le bici.Hotel Motel Vert:  Tel. 0033 (0)2 33 60 09 33 per noleggio bici