La biblioteca di Clairvaux : un fondo inserito nella « Memoria del Mondo dell'Unesco »

La biblioteca di Clairvaux : un fondo inserito nella « Memoria del Mondo dell'Unesco »

Con 1450 manoscritti a cui si aggiungono circa 400 incunaboli, il fondo dell'Abbazia di Clairvaux è il principale fondo francese di tesi medievali. Conservato principalmente alla Médiathèque du Grand Troyes, la mediateca, fa parte del registro "Memoria del Mondo" dell'Unesco.Fin dalla fondazione dell'abbazia di Clairvaux, San Bernardo aveva creato uno studio di copisti. Per sua iniziativa furono realizzati nello Scriptorium di Clairvaux dei veri capolavori: la grande Bibbia in 5 volumi e le opere di Sant'Agostino. La decorazione di questi manoscritti rispetta le regole dettate da San Bernardo e riprese dopo la sua morte negli statuti dell'ordine cistercense: iniziali dipinte monocrome, nessuna rappresentazione di animali o personaggi, nessun impiego di oro.Nell'esposizione permanente presentata alla Médiathèque du Grand Troyes « Mille anni di libri a Troyes » si può ammirare in particolare la Bibbia di San Bernardo.« Il fondo dell'antica biblioteca dell'abbazia di Clairvaux è stato riconosciuto come esemplare e particolarmente rappresentativo di una biblioteca medievale monastica, un fondo che presenta una materia enciclopedica, in un'epoca in cui le abbazie erano i conservatori del sapere; un esempio inoltre della ricchezza della produzione manoscritta nell'ambito degli scriptoria medievali, che furono luoghi di copia, produzione e trasmissione dei saperi, dai testi antichi e cristiani fino ai primi testi rinascimentali; una conferma del ruolo che giocarono nella produzione intellettuale, religiosa e artistica medievale le abbazie e la riforma cistercense, in particolare sotto l'influenza di Bernardo di Clairvaux. » Médiathèque du grand TroyesBoulevard Gambetta – BP 60210088 Troyes cedexTel. +33 (0)3 25 43 56 20www.mediatheque-agglo-troyes.fr