La Borgogna in bicicletta!

La Borgogna in bicicletta!

Un altro modo di scoprire la BorgognaCon 650 chilometri oggi (e 800 domani), la Borgogna propone uno dei più importanti reti di piste ciclabili di tutta la Francia. Queste piste sono sicure, facili e adatte a tutti, anziani o bambini.Per la felicità dei ciclisti, la Borgogna prepara un itinerario che, una volta completato, consentirà di fare l’intero giro della Borgogna : « Le Tour de Bourgogne à vélo » (Il giro della Borgogna in bicicletta), circa 650 chilometri di piste ciclabili. Il circuito, attrezzato su una vecchia ferrovia (« La Voie verte ») o sui cammini d’alzaia lungo fiumi e canali, attraversa anche i vigneti, su piste allestite espressamente o piccole stradine tranquille.L’itinerario, in corso di realizzazione, sarà il seguente : attraverso i vigneti da Digione a Beaune (« La Voie des Vignes »), quindi a Santenay, passando per i villaggi dei vigneti più famosi della Borgogna.A Santenay, il percorso raggiunge il Canal du Centre per arrivare a Montceau-les-Mines, Paray-le-Monial e Digoin, risalendo fino a Decize attraverso il Canale Laterale della Loira.Di là, lungo il Canale del Nivernais fino ad Auxerre, la strada verde ritroverà il Canal de Bourgogne a Tonnerre per rientrare a Digione, via l’Auxois e la Valle dell’Ouche.A questo itinerario si aggancia un anello nella Borgogna del sud, da Chalon-sur-Saône a Tournus e Mâcon lungo la Saône.

Cinque itinerari per scoprire la BorgognaDa Digione a Montbard112 km lungo il Canal de BourgogneDa Digione, ieri capitale dei Grandi Ducchi d’Occidente e oggi della Regione Borgogna, sulla pista ciclabile lungo il più famoso dei canali borgognoni, questo percorso attraversa i dolci paesaggi dell’Auxois fino a Montbard, la città di Buffon.Da non mancare nei dintorni di Montbard: l’abbazia cistercense di Fontenay, capolavoro del Romanico, riconosciuto „Patrimonio dell’Umanità“ dall’Unesco.Stazioni TGV a Digione e Montbard.Da Auxerre a Clamecy e Decize180 chilometri lungo il Canal du Nivernais, sulle tracce dei „flotteurs“Questo percorso parte da Auxerre, ricca città d’arte, e prosegue nella valle della Yonne fino a Clamecy, che era nei XVII e XVIII sec. il centro del legno trasportato da « flotteurs ».Questi uomini accompagnavano i tronchi d’alberi dal Morvan fino alle porte di Parigi.Quindi si prosegue lungo il Canal del Nivernais, forse il più bel canale di tutto la Francia e un vero paradiso per il turismo fluviale. Iniziato nel 1784 e terminato nel 1842, il canale nivernese fu il primo a servirsi di gallerie sottoterranee, le famose « Voûtes de la Collancelle », per superare lo spartiacque tra la Senna e la Loira. Il percorso raggiunge la Loira a Decize.Stazioni SNCF a Auxerre, Clamecy e Decize.Da Paray-le-Monial a Digoin e Bourbon-LancyUn percorso facile (74 chilometri)lungo il Canal du Centre e i canali della valle della LoiraQuesto percorso parte da Paray-le-Monial, un importante centro di pellegrinaggio che ospita una splendida basilica romanica, e prosegue lungo il Canal du Centre fino a Digoin, una piccola città conosciuta per le sue ceramiche e per il famoso ponte-canale sulla Loira. Oggi Digoinè un importante centro di turismo fluviale.Da Digoin, si prosegue fino alla località termale di Bourbon-Lancy, nella valle della Loira.Stazione TGV a Le Creusot.Da Chalon-sur-Saône a Mâconattraverso i vigneti della „Côte chalonnaise » e sulle tracce di Lamartine :65 chilometri sulla „Voie Verte“ nella Borgogna meridionaleLa vecchia ferrovia da Givry a Mâcon è ora diventata la famosa « Voie Verte », una bella pista ciclabile con una segnaletica praticamenta perfetta. Parte dai vigneti delle colline di Chalon e prosegue in direzione del castello di Cormatin e dei centri spirituali di Taizé e Cluny.La parte più alta del percorso è superata grazie al « Tunnel du Bois-Clair », la galleria ciclabile più lunga dell’intera Europa (1,6 km). Quindi si prosegue verso i vigneti del Mâconnais, sulle tracce del poeta Alphonse de Lamartine.Stazioni TGV a Chalon-sur-Saône e Mâcon.Da Beaune a Santenay22 chilometri tra i vigneti più prestigiosiLa « Voie des Vignes » (la via dei vigneti) parte da Beaune, capitale dei vini della Borgogna, conosciuta in Francia e all’estero per il suo famoso Hôtel-Dieu, luogo emblematico della regione. Il percorso attraversa poi i vigneti più prestigiosi della Côte de Beaune (Pommard, Volnay, Meursault, Puligny-Montrachet, Chassagne-Montrachet) fino a Santenay, un bel villaggio che domina il Canal du Centre.Stazione TGV a Beaune.

Un sito Internet dedicato alla scoperta della Borgogna a biciclettaTroverete tutte le informazioni pratiche sulla scoperta della Borgogna a bicicletta sul sito Internet www.la-bourgogne-a-velo.comDescrizione dei percorsi, alloggi, ristoranti, cantine, uffici di informazione turistica, dove trovare assistenza e noleggiare bici, trasporti pubblici, consigli utili, etc... (Il sito esiste in francese, inglese, tedesco e olandese).Scarica la brochure in pdf sulla Borgogna in bicicletta, cliccando qui!