La Borgogna e i suoi canali

La Borgogna e i suoi canali
La bicicletta, complemento ideale di una vacanza sull'acqua in Borgogna

 

Accanto al turismo fluviale, la Borgogna ha sviluppato già da qualche anno un'altra forma di turismo itinerante: la scoperta della regione in bicicletta. Le due attività sono davvero complementari e si praticano spesso sugli stessi itinerari. I 650 km d'itinerari ciclistici del "Tour de Bourgogne à vélo", il giro della Borgogna in bicicletta, seguono infatti in gran parte i diversi canali della regione e percorrono gli storici cammini d'alzaia oggi trasformati in strade verdi o piste ciclabili. Questi itinerari, praticamente piatti, non presentano alcuna difficoltà ed essendo riservati a ciclisti, a chi va sui roller e a chi ama passeggiare, oltre che alle carrozzelle dei disabili, sono messi in totale sicurezza e sempre meglio segnalati. Sono perciò accessibili a ogni tipo di clientela, dai pensionati attivi alle famiglie con bambini.

Il "Tour de Borgogne à vélo" lungo i canali maggiori

  • Lungo il Canale di BorgognaUn itinerario che permette di unire la scoperta di un notevole patrimonio culturale (Digione,Châteauneuf-en-Auxois, Montbard, Buffon, l'abbazia di Fontenay, i castelli di Tanlay e di Ancyle-Franc, Tonnerre, …), dei vigneti (Tonnerrois e Chablisien) e della gastronomia (Digione, Epoisses,…).
  • Lungo il Canale del NivernaisUn itinerario decisamente perfetto per chi ama la natura. Seguendo la Yonne e il Canale delNivernais, si ammireranno i paesaggi intatti e i villaggi di charme scoprendo la "Civiltà del Canale" attraverso il patrimonio culturale dell'area fluviale e le testimonianze legate al mondodei marinai e degli addetti alla fluitazione del legname.
  • Lungo il Canale del CentroIn partenza da Chalon-sur-Saône e dal museo dedicato a Nicéphore Niépce, inventore della fotografia, questo itinerario vede in un primo momento un'infilata di villaggi del vino, per passare poi al settore industriale di Le Creusot / Montceau-les-Mines, e conduce infine verso i versi paesaggi del Charolais e i tesori dell'arte romanica del Sud della Borgogna. L'EuroVélo-6, il percorso che conduce in bicicletta da Budapest a Nantes, segue in parte questo itinerario. (Altri percorsi ciclistici sono parzialmente realizzati o in corso di allestimento, soprattutto lungo icanali della Valle della Loira o della Saône).

    Una carta di qualità per le strutture alberghiere del "Tour de Bourgogne à vélo"Ormai da diversi anni, la Borgogna si è posizionata come una vera "destinazione bicicletta". Il costante miglioramento delle infrastrutture (strade verdi, piste ciclabili) si accompagna attualmente all'obbiettivo di migliorare anche la qualità dell'accoglienza dei cicloturisti. Unmiglioramento della qualità che passa tra l'altro attraverso la creazione di un marchio di qualità per tutti i fornitori di servizi che intervengono attivamente nei diversi itinerari che costituiscono il "Tour de Bourgogne à vélo", il giro della Borgogna in bicicletta (strutture alberghiere, di ristorazione, noleggio e riparazione di biciclette, organizzazione e accompagnamento viaggi, uffici del turismo, ecc…). Essendo materialmente impossibile occuparsi di tutti questi fornitori di servizi nel medesimo tempo, si è deciso che il primo settore d'attività a essere dotato del marchio sia quello delle sistemazioni alberghiere.E' stata così elaborata a livello regionale una carta di qualità per definire i criteri che permettono di ottenere il marchio "Tour de Bourgogne à vélo". Alcuni di questi criteri sono obbligatori. Sono quelli che garantiscono ai turisti in bibicletta di trovare nelle strutture con il marchio attrezzature e servizi su misura per il chi gira in bici: un riparo o un locale per riporre le biciclette al sicuro, kit di riparazione, attrezzature per il lavaggio delle biciclette, possibilità di lavare e asciugare i propri abiti, informazioni turistiche generali o specifiche per la bicicletta, informazioni sulle previsioni del tempo locali, prima colazione su misura per turisti in bicicletta, ecc…Accanto a questi servizi obbligatori, le strutture con il marchio di qualità possono proporre dei Servizi Plus, gratuiti o a pagamento: possibilità di fornire un cestino per il pranzo, consegna e/o trasferimento dei bagagli, accesso a Internet, ecc… A oggi, circa 150 alberghi hanno già ottenuto il marchio "Tour de Bourgogne à vélo". Le strutture dotate del marchio godono naturalmente di una presentazione di rilievo sul sito www.la-bourgogne-a-velo.com.Per saperne di più sul "Tour de Borgogna à vélo"Il Comitato Regionale per il Turismo (Bourgogne Tourisme) ha creato strumenti d'informazione dedicati espressamente alla scoperta della Borgogna in bicicletta. Un sito Internet tematico www.le-tour-de-bourgogne-a-velo.com, in quattro lingue (Francese, Inglese, Tedesco,Olandese), fornisce tutte le informazioni sui diversi percorsi: descrizione degli itinerari, alberghi, ristoranti, visite, noleggiatori e riparatori di biciclette, guide-accompagnatori,organizzatori di viaggi, visite, uffici del turismo, ecc…).Una cartina "La Bourgogne à vélo" (La Borgogna in bicicletta) disponibile anch'essa in 4 lingue (Francese, Inglese, Tedesco, Olandese), è stata pubblicata di recente da Bourgogne Tourisme.E' disponibile presso i principali Uffici del Turismo della Borgogna e presso Bourgogne Tourisme: documentation@crt-bourgogne.frUfficio del Turismo: www.bourgogne-tourisme.com

     

     Scarica la brochure dedicata alla Borgogna in bicicletta