La Valle della Loira e l'enogastronomia

La Valle della Loira e l'enogastronomia

function xt_med(p1,p2,p3,p4){return true;}function xt_med(p1,p2,p3,p4){return true;}

Dov'è nata la Tarte Tatin Un itinerario del gusto che ci porta nel villaggio di Lamotte-Beuvron, nella Sologne. Qui l'hotel Tatin è da sempre un'istituzione. E qui alla fine dell'800 Stephanie Tatin, che con la sorella Caroline gestiva l'albergo-ristorante di famiglia, quasi per caso inventa la tarte Tatin. Era in ritardo con la preparazione della torta per il pranzo, la classica torta di mele. Così taglia in fretta le mele, mette burro e zucchero nel solito stampo, ci getta sopra le mele, e via ai fornelli. Dimenticandosi un ingrediente non da poco: la pasta. E allora decide di stenderla sopra le mele, proprio al contrario della ricetta. Dopo di che, rinforna il tutto. Al momento di servire, gira la torta su un piatto, come una frittata : un successo: era nata la Tarte Tatin. Chez l'Hotel Tatin, rimasto come allora, ripropone secondo la ricetta originale, e segreta, protetta dalla “ Confraternita della Tarte Tatin” Da sapere: la classica Tatin si serve da sola, senza creme www.hotel-tatin.fr Alla scoperta dei formaggi doc Un itinerario che guida alla scoperta dei grandi formaggi doc della Valle della Loira Nel sud della regione si trovano 3 tipi di formaggi, tutti caprini («pur chèvre» come si dice qui). Iniziamo il nostro tour di scoperta nella parte occidentale del Berry, nella zona del Parco Naturale Regionale della Brenne. Qui troviamo il Pouligny Saint-Pierre, formaggio a pasta molle a forma di piramide. Quindi, ci si dirige a ovest, con una tappa obbligata a Valençay. Il villaggio ha dato il nome a un formaggio a pasta molle, sempre a forma di piramide, ma in questo caso una piccola piramide tronca: una forma curiosa che si deve a Talleyrand, castellano di Valençay, che voleva valorizzare la sua grande proprietà. Il nostro tour nel Berry si conclude con il famoso Crottin de Chavignol, un piccolo formaggio a forma di cilindro del peso di 60 g minimo. Nasce nella zona di Sancerre, e per apprezzarne tutto il sapore bisogna accompagnarlo con un bicchiere di vino bianco di Sancerre. Due altri formaggi completano la collezione dei “doc” di capra: si trovano in Touraine e in Loir-et-Cher : il Sainte-Maure de Touraine, di forma tronco-conica allungata è caratterizzato da una paglia (naturale) che lo attraversa da parte a parte. E il Selles-sur-Cher, formaggio questa volta tutto rotondo, prodotto in un'area limitata della Sologne.  Un tour fra i vigneti e le “maison dei vini” I vini della Valle della Loira sono il simbolo dell'arte di vivere alla francese. Per sapere tutto sulle cantine turistiche della Valle della Loira: orari, degustazioni, location, acquisti e per costruirsi un itinerario su misura c'è la guida pubblicata da “Interprofession des Vins Val de Loire” con una cartina dettagliata per ognuna delle 4 zone in cui è diviso il territorio, proposte per visite ed eventi, le cantine turistiche aperte tutto l'anno alle visite. La nuova guida e la cartina sono gratuite e possono essere richieste al CRT, ai CDT e agli uffici turistici o scaricate direttamente dal sito www.vinsvaldeloire.fr

Qui un paio di suggerimenti per itinerari meno noti: -.Le denominazioni Cheverny e Cour-Cheverny, anche se di estensione ridotta, hanno saputo crearsi un' identità ottenendo la doc una quindicina d'anni fa. Oggi una «casa» dei vini è loro dedicata all'ingresso del castello di Cheverny. La «Maison des Vins de Cheverny et Cour-Cheverny», creata da tutti i viticoltori della denominazione, è dotata di attrezzature ultra moderne e uniche in Francia che permettono una degustazione automatizzata self-service grazie a un microchip elettronico collocato sotto il piede di ogni bicchiere. Lo spazio dedicato alla degustazione propone due formule: -i "vini del giorno" che mettono l'accento su 4 vini (un bianco, un rosso,un rosé per i Cheverny e un Cour-Cheverny bianco). -i "vini da scoprire" che puntano a presentare a una clientela di intenditori una campionatura rappresentativa delle due doc. 100 vini proposti per degustazione self service, consigli , informazioni e naturalmente acquisti sul posto. Aperto da Pasqua a Ognissanti, dalle 11 alle 19. 1 avenue du Château 41700 Cheverny. chevernymaisondesvins@orange.fr

Maison des Sancerre Un ricco spazio espositivo che delinea un itinerario attraverso la grande cantina, con il plastico animato della regione, e il giardino dove si potranno sentire i 60 aromi diversi che compongono la complessità dei bianchi, rosé e rossi. www.maison-des-sancerre.com Da qui si può partire per la vista delle cantine che producono i vini regionali Sancerre, Menetou-salon, Quincy, Reuilly e Côteaux du Giennois. www.vins-centre-loire.comVal de Loire, il I vigneto da scoprire sull'iPhone® Per itinerari enoturistici perfetti, i vini della Loira arrivano sull'iPhone® con un'applicazione enoturistica. Tutta l'offerta a portata di clic: centocinquanta soluzioni per alloggiare, trecento cantine turistiche del Vignoble de Loire®, quattro Maisons des vins de Loire, cento idee per itinerari di scoperta...tutto per organizzare un soggiorno su misura! Applicazione gratuita per iPhone® . Info: www.vinsdeloire.fr