Parti in crociera sui fiumi e i canali del Midi-Pirenei

Parti in crociera sui fiumi e i canali del Midi-Pirenei

E se vi faceste trasportare dalle acque? Tra Atlantico e Mediterraneo, il Midi-Pirenei vi invita a navigare su fiumi e canali : il Lot, la Baïse e il Canale dei Due Mari. Dalla semplice gita in barca alla crociera su una chiatta-albergo, avrete l’imbarazzo della scelta per mollare gli ormeggi! Se sognate di prendere in mano il timone come veri marinai di acqua dolce, potrete anche noleggiare un’imbarcazione ed essere i soli capitani a bordo. Lanciatevi nell’avventura acquatica: non c’è bisogno di alcun permesso !

 Il fiume Lot: tra vigneti, falesie e vestigia medievali

Per partire in crociera sul Lot, il villaggio di Luzech è un punto di partenza ideale. Dopo averne visitato il castello, le torri e i torrioni, potrete imbarcarvi per un viaggio fluviale di diversi giorni. Destinazione: Saint-Cirq-Lapopie, villaggio medievale a 64 km di distanza. Nel corso della navigazione, apprezzerete la varietà dei paesaggi, che vanno dalle vigne ai campi di tabacco, passando per falesie e borghi fortificati. La città di Cahors rappresenta uno scalo imperdibile con il suo Pont Valentré, i vicoli stretti e i giardini segreti. Per chi non potrà lanciarsi nella crociera completa, sono possibili giri più corti partendo da Douelle, Bouziès, Cahors e Luzech. Il fiume Baïse: nel cuore dell’arte di vivere guascona

Risalire il corso della Baïse è come risalire il corso del tempo. A Valence-sur-Baïse, da cui partono numerose imbarcazioni da diporto, scoprirete molte tracce del Medioevo (lavatoi, mura, porte fortificate). Ad alcuni chilometri di distanza, proseguirete il vostro viaggio spazio-temporale all’abazia di Flaran fondata dai monaci nel 1151.Un’architettura medievale che ritroverete a Larressingle, villaggio fortificato situato a due passi.

Poi preparatevi a tornare nel bel mezzo del XXI secolo: con le sue molte prelibatezze, la città di Condom vi farà infatti apprezzare tutto il gusto del presente. Armagnac, foie gras, filetti d’oca, confetture … Assaggerete tutte le delizie della Guascogna, regione del Sud Ovest così celebre per il suo gusto del vivere. A Buzet-sur-Baise (Aquitania) potrete concludere la vostra crociera sulla Baïse, dopo 60 km di navigazione tra paesaggi ondulati e siti storici.Il Canale dei Due Mari: un’epopea fluviale dall’Atlantico al Mediterraneo

Collegare l’Atlantico al Mediterraneo? E’ la scommessa coraggiosa lanciata da Pierre-Paul Riquet nel XVII secolo ! Con l’aiuto di 12000 uomini per 14 anni, l’ingegnere di Luigi XIV ha scavato un canale di 240 km tra Toulouse e le rive mediterranee: il Canal du Midi. Questo sarà allungato nel XIX secolo da un altro corso d’acqua, che scorre su 249 km tra Toulouse e Bordeaux: il Canal de Garonne. Il congiungimento del Canal du Midi con il Canal de Garonne viene chiamato « Canale dei Due Mari ».

Dalla parte del Canal de Garonne, navigherete tra bastioni e frutteti nel dipartimento di Tarn-et-Garonne. Primo approdo: Valence d'Agen. Ogni estate, questa città richiama in vita il secolo scorso con un grande spettacolo all’aperto dal titolo « Sul filo dell’acqua…. una storia ». Un po’ più lontano sulle rive del canale, Moissac vi farà dono delle sue uve, pesche, fragole, ciliege e susine. La città è infatti nota come la capitale regionale della frutta. Vi scoprirete anche un’abazia inserita nel patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco, e un impressionante ponte-canale che permette al canal de Garonne di attraversare il fiume Tarn. Prima di arrivare a Toulouse, potrete infine gettare l’ancora a Montauban per visitare il museo Ingres e apprezzare i suoi mattoni rosa.

E’ a Toulouse che il Canal du Midi prende il comando per raggiungere il Mediterraneo. Capitale dei Midi-Pirenei, la città rosa vi sedurrà sia per le sue ricchezze architettoniche (basilica romanica, vicoli medievali, edifici rinascimentali...) che per il senso della festa, le innovazioni aerospaziali, e la vivacità delle zone commerciali. In barca sul Canale, godrete dell’ombra dei platani con le biciclette che gironzolano sulle rive. Di chiusa in chiusa, attraverserete i paesaggi del Lauragais che si estendono tra campi di girasole, coltivazioni di grano e vigneti. Non dimenticate di fare scalo al lago di Saint-Ferréol che con la sua acqua alimenta il canale. Situato ai piedi del massiccio boschivo della montagna nera, vi offrirà una boccata di ossigeno con le sue spiagge, gli spazi per gli stabilimenti balneari e le attività nautiche. Per saperne di più sulle gite e crociere sul Canale dei Due Mari, visitate il sito web « Fiumi e canali del Midi »