Patrimonio culturale

Patrimonio culturale

<?xml:namespace prefix = o /> 

La regione è situata a Sud-Ovest della Francia, alla frontiera con la Spagna sulla costa atlantica. L'Aquitania ha un ricco patrimonio storico segnato dai diversi periodi storici. E' una regione ricca di testimonianze d'arte e di vita e il luogo ideale per itinerari di scoperta. 

 

Le città da non perdere

Bordeaux, esempio d'architettura del XVIII secolo e famosa città del più grande territorio vinicolo, dove si producono i vini migliori. La città è conosciuta in tutto il mondo per le sue vigne, soprattutto dopo il  XVIII secoloche reppresento un vero periodo d'oro. Una parte della città, il Port de la Lune è iscritto dal 2007 al Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'Unesco, in quanto esempio urbano d'eccezione. Città festosa, accogliente, grandi vini e gastronomia, cultura e shopping... Bordeaux incanta i suoi visitatori. Da scoprire:- l’esplanade des Quinconces, la più grande piazza d'Europa nel centro-città - les façades des quais, sa promenade, ses balades fluviales, ses guinguettes, ses ponts - il Grand Teatro, il Palazzo Rohan et il Palazzo della Borsa, capolavoro del XVIII secolo- la cattedrale Saint-André e le due basiliche, tappe storiche sul cammino di Santiago di Compostela- la Torre Pey-Berland- il Palazzo Rohan, antico palazzo arciepiscopale, costruito tra il 1771 e il 1784- le porte Cailhau, la Grosse Cloche, Dijeaux, che fanno parte degli antichi bastioni della città - le piazze del vieux Bordeaux, le sue boutiques d’artigianato e le sue terrazze-bar - il Triangle bordelais, il mercato delle 4 stagioni, il palazzo, l'opera e le boutique di lusso - la strada Sainte-Catherine e le sue grandi insegne- il quartiere dei Chartrons, con i negozi d'antiquari e di brocante - il quartiere Saint-Michel, con i negozi di brocante e il mercato delle pulci - i numerosi musei di Belle-Arti, d'Aquitania e di storia naturale.

 

Périgueux, città romana, centro turistico, città d'arte e storia, vanta un importante sito da preservare.Da scoprire:- il Castello Barrière, XII secolo, classificato munumenro storico - la Cattedrale Saint-Front, iscritta al Patrimonio dell'Umanità e tappa principale del cammino di Santiago di Compostela, originale cattedrale a cupola, restaurata da Paul Abadie nel XIX secolo, che per la costruzione s'ispirò al Sacré-Cœur di Paris.- il centro-città medievale, con rue Limogeanne- la casa dei Consoli- il museo d'arte e d'archeologia del Périgord, il museo militare, il museo-atelier del trompe-l'œil (illusioni ottiche)- la prefettura del XIX secolo con la facciata risalente al Secondo Impero - la chiesa romana Saint-Étienne : prima cattedrale di Périgueux nel cuore della Cité- la torre della Vésone, vestigia di un tempio dedicato alla dea protettrice della città - il giardino delle Arene con le rovine dell'Anfiteatro romano

 

Pau, patria di Enrico IV, questa città comprende tutte le risorse, montagne e stazioni di sci a soli 45 minuti di distanza, coste baschee delle lande a solo un'ora di distanza, porta d'ingresso delle 5 valli béarnaises e delle loro stazioni termali (Eaux-Bonnes, Eaux-Chaudes). L'unico e spettacolare panorama dei Pirenei farà dire a « Lamartine » : "Pau offre la più bella vista della terra al mondo come Napoli offre la la più bella vista sul mare". Antica città reale e capitale del Béarn, la città ha subito nel corso del tempo diverse e grandi influenze straniere (Inglesi, Spagnoli, Russi, Brasiliani) e resta ancora oggi molto aperta ai cambiamenti esterni.  Da scoprire:- le Chiese Saint-Jacques e Saint Martin d’influenza neogotica- la chiesa Notre-Dame, d'ispirazione art déco, abbellita con una monumentale statua della vergine con il bambino - il Castello di Pau (Museo internazionale del Castello Pau) e le sue due torri del  XII secolo- la torre della Monnaie, un tempo posto di guardia difensiva per il castello - il Parlamento di Navarre, vicino al castello- il Palazzo di giustizia e la sua facciata ornata da colonne a lora volta ornate  da un frontone di marmo bianco- la stastazione di stile Eiffel e la funicolare che garantisce il collegamento con il centro storico- il Palazzo di Beaumont, chiamato in origine Palazzo d'Inverno, - la caserma Bernadotte, che deve il suo nome a Bernadotte, sottufficiale francese nato a Pau e diventato re di Svezia con il nome di Carlo XIV. - -- la casa natale di Bernadotte, che ospita oggi un museo- il centro Bosquet e il Palazzo dei Pyrénées, centro commerciale della città commerciaux de la ville d'ispirazione 1800- "Les Abattoirs " : pôle culturel intercommunal (PCI) a Billère : vecchio mattatoio trasformato in centro culturale d'arte moderna abattoirs - il Museo delle Belle-Arti e il Museo della resistenza e della deportazione, situata nel centro del Parco Lawrence.

 

Scoprite le altre numerose città della regione come Agen, Mont-de-Marsan, Bayonne o anche Dax, Biarritz, Lacanau, Arcachon