Un regione di cultura

Un regione di cultura

 

 

Photos: Arras, Façades Grand Place - Pascal Mores - CRT Nord-Pas de Calais Lille, C Light Motiv - DUPLAN Jean-Pierre

Lille Fiamminga, bogognese, e spagnola prima di essere francese, Lille possiede un patrimonio architetturale eccezionale. Nominata Capitale Europea Della Cultura nel 2004,Lille è diventata un riferimento in questo campo. Sia nei musei, nella città, nei balli o concerti, la cultura si vive e si condivide quotidianamente. Il Palazzo di Belle Arti di Lille è un buon esempio.Dopo il Louvre, è il secondo museo di Belle Arti in Francia. Le collezioni presenti permettono di ammirare opere di Donatello, Goya, Rubens, David, Monet…La Braderie (mercato) di Lille è uno degli eventi da non perdere. Ogni primo week-end di settembre, i “bradeux” (venditori) si sistemano su numerosi chilometri della città per svuotare e vendere quello che hanno nelle loro soffitte. Di notte o di giorno, incontrerete migliaia di visitatori passeggiando nelle strade e mangiando le famose “moules-frites” (cozze con patatine fritte), i cui gusci vengono ammucchiati sui marciapiedi. E’ la tradizione !Arras

Arras, che gode del marchio nazionale «Villes d’Art et d’Histoire» (Città d’Arte e di Storia). Questo marchio raggruppa le città e i paesi che si impegnano a valorizzare e animare il proprio patrimonio artistico e la propria architettura, mettendo l’accento sulle proposte di attività di scoperta e sul turismo culturale (visite guidate, mostre, servizi educativi …).

Nel Nord-Pas de Calais, le 7 le città che godono di questo marchio sono : Lille (Ville d’Art), da non perdere per la sua architettura fiamminga, la Vecchia Borsa, la cittadella; Douai (Ville d’Art) per la sua magnifica architettura del XVIII secolo; Cambrai (Ville d’Art et d’Histoire), una delle città più antiche della regione che mescola case “spagnole” e fiamminghe; Boulogne-sur- Mer (Ville d’Art et d’Histoire), il cui cuore nascosto tra le mura offre una straordinaria ricchezza architettonica e culturale; Arras (Ville d’Art), da vedere assolutamente per le sue famose piazze che creano un complesso omogeneo di 155 case di stile fiammingo; Roubaix (Ville d’Art et d’Histoire) per il suo ricco passato industriale che risale al XIX secolo; e infine, Saint-Omer (Ville d’Art et d’Histoire), per le fortificazioni erette da Vauban, i palazzi e le facciate del XVIII secolo.