Archi cool: Le Havre secondo Marygribouille

Published on 04 settembre 2017
  • L'illustratrice Mary Gribouille a Le Havre

    L'illustratrice Mary Gribouille a Le Havre - © Marygribouille

    L'illustratrice Mary Gribouille a Le Havre

    L'illustratrice Mary Gribouille a Le Havre - © Marygribouille

  • La chiesa Saint-Joseph a Le Havre

    La chiesa Saint-Joseph a Le Havre - © Marygribouille

    La chiesa Saint-Joseph a Le Havre

    La chiesa Saint-Joseph a Le Havre - © Marygribouille

  • Le Volcan a Le Havre

    Le Volcan - © Marygribouille

    Le Volcan a Le Havre

    Le Volcan - © Marygribouille

  • Le Volcan a Le Havre

    Uno degli spazi del Volcan - © Marygribouille

    Le Volcan a Le Havre

    Uno degli spazi del Volcan - © Marygribouille

  • Le Volcan a Le Havre

    L'interno del Volcan a Le Havre - © Marygribouille

    Le Volcan a Le Havre

    L'interno del Volcan a Le Havre - © Marygribouille

  • La Colombe Niemeyer

    Ristorante La Colombe Niemeyer, sotto il Volcan - © Marygribouille

    La Colombe Niemeyer

    Ristorante La Colombe Niemeyer, sotto il Volcan - © Marygribouille

  • La frite à Victor a Le Havre

    La frite à Victor a Le Havre - © Marygribouille

    La frite à Victor a Le Havre

    La frite à Victor a Le Havre - © Marygribouille

  • Les capanne sulla spiaggia di Le Havre

    Les capanne sulla spiaggia di Le Havre - © Marygribouille

    Les capanne sulla spiaggia di Le Havre

    Les capanne sulla spiaggia di Le Havre - © Marygribouille

  • Il giardino del ristorante Les enfants sages

    Il giardino del ristorante Les enfants sages - © Marygribouille

    Il giardino del ristorante Les enfants sages

    Il giardino del ristorante Les enfants sages - © Marygribouille

  • Il giardino del ristorante Les enfants sages

    Il giardino del ristorante Les enfants sages - © Marygribouille

    Il giardino del ristorante Les enfants sages

    Il giardino del ristorante Les enfants sages - © Marygribouille

  • Le Chat bleu

    Le Chat bleu - © Marygribouille

    Le Chat bleu

    Le Chat bleu - © Marygribouille

Archi cool: Le Havre secondo Marygribouille le havre fr

Nata a Le Havre, trentenne, illustratrice, Marygribouille ci fa scoprire la sua città grazie ai suoi disegni e le sue foto.

Per seguire Marygribouille: www.marygribouille.net  / www.instagram.com/marygribouille

Quest’anno Le Havre festeggia i suoi 500 anni di storia. Tra gli eventi in programma ci sono la compagnia Royal de Luxe, la mostra di Pierre et Gilles, l'artista giapponese Chiharu Shiota, la caccia ai Gouzous de Jace... per celebrare ancora meglio la ricorrenza vi lascio i miei indirizzi più cool. Buona scoperta!

Organizzare un bagno di mezzanotte: La Petite Rade

Per bere un bicchiere davanti al panorama immenso del mare. Un ambiente rilassato, come a casa propria, servizio al bar... è un posto davvero cool! Tapas e deliziosi hamburger à la carte. 
Dove si trova? Al numero 3 di Chemin de la mer, in fondo alla Promenade des Régates.

Apprezzare l’eleganza del calcestruzzo: La chiesa di Saint-Joseph

Capolavoro di Auguste Perret, costruita nel dopoguerra, ha un’architettura moderna interamente in calcestruzzo, con le sue 6500 vetrate colorate che creano splendidi giochi di luce. La sera, quando cala la nebbia, sembra di essere a Gotham City.

Prendersi tutto il tempo necessario: Le Volcan

Questo edificio in calcestruzzo è stato realizzato nel 1982 dall'architetto Oscar Niemeyer; molto controverso all’inizio, soprannominato "Vasetto di yogurt" dagli abitanti di Le Havre, è diventato tuttavia uno dei simboli della città. Mi piacciono le sue curve che, con una certa armonia, “rompono” le linee diritte dell’architettura Perret. Le Volcan ospita due sale per spettacoli, una superba biblioteca, un ristorante e alcuni gabbiani.
Dove si trova? Place Oscar Niemeyer (impossibile non notarlo).

Godersi la vista: La frite à Victor

A due passi dai mitici spogliatoi ridipinti da Karel Martens staziona il furgone più cult di LH beach. Niente di meglio che andare a prendere una vaschetta di ottime patatine fritte e sedersi sui ciottoli ad ammirare il mare. Attenzione ai gabbiani però; anche loro vanno pazzi per queste patatine.
Dove si trova? A lato dello skate park, sulla spiaggia.

Farsi scambiare per un autoctono: Le Funiculaire

Il bar preferito del mio quartiere. Questo bel bar-caffetteria-trattoria risale al 1919 e tutto l’arredamento è d’epoca. Un ambiente "popolare" e una terrazza esterna, per guardare i passanti...
Dove si trova? 80, rue Maréchal Gallieni, vicino al centro Coty.

Cenare arty ma cosy: La Colombe Niemeyer

Arredamento superbo, che ravviva con eleganza la freddezza del calcestruzzo. Ambiente cosy, cucina inventiva e servizio molto curato. Il luogo perfetto per una cena o un brunch.
Dove si trova? Place Oscar Niemeyer (all’interno del Volcan).

Mangiare come chez Grand-Mère: Le Chat bleu


Piccolo locale atipico-ristorante sala da tè-negozietto di antiquariato-bar situato sulle alture di Le Havre. Spesso vi si tengono mostre, concerti, letture… La piccola terrazza vista mare è incantevole. Come anche la cheesecake. E si può anche ripartire con una poltrona crapaud o un soprammobile della nonna.
Dove si trova? 6, rue du Roi Albert.

Fare spesa a km 0: LOHO

Una selezione di prodotti 100% MADE IN NORMANDIE. In una parte della bottega si vendono prodotti alimentari e vi si possono trovare deliziose rillettes, confetture, birra... mentre l'altra parte è dedicata ai creatori locali, con illustrazioni, fotografie, gioielli, ecc...
Dove si trova? 165 rue de Paris, di fronte al Volcan.  

Non vi basta?

  • Per chi non vuole andare a letto presto: La Taverne Paillette (aperto 7 giorni su 7, servizio fino a mezzanotte) 
  • Per tornare a scuola: ristorante Les Enfants Sages con il suo bellissimo giardino bucolico
  • Per regalare un momento di gioia a una persona vegana: ristorante Casse noisette (ai piedi della funicolare)
  • Per bere qualcosa di diverso dal sidro: enoteca L'Escapade (sul boulevard lungo la spiaggia) 
  • Per entrare nel fanclub di Le Havre: il marchio streetwear locale LH Original 78 rue Bernardin de St Pierre
  • Per godersi una gita: le bici a noleggio di Lia sono pieghevoli o elettriche…
  • Per scoprire la scena artistica locale: i miei colleghi dell’Aloha Orchestra, gruppo pop/electro made in LH.

 

Cosa vedere

Nei dintorni