Crociera dei castelli – 1 settimana

Published on 30 aprile 2013
  • Le Boat - Nivernais

    Le Boat - Nivernais

    © Le Boat

  • Le Boat - Nivernais

    Le Boat - Nivernais

    © Le Boat

  • Le Boat - Nivernais

    Le Boat - Nivernais

    © Le Boat

  • Le Boat - Nivernais

    Le Boat - Nivernais

    © Le Boat

Crociera dei castelli – 1 settimana Nièvre fr

Offerta speciale

Distanza: 99 km / Ore di navigazione: 35 ore / Chiuse: 72 / Solo andata - vice versa

Navigate a MAGGIO e approfittate di sconti fino al 20%, prenotando la vostra crociera entro il 31 maggio 2013.

>>> Per saperne di più

Diario di bordo – Crociera nel Nivernais, Francia

Ancor prima di partire, non vedevo l’ora di imbarcarmi a bordo della CAPRI 10: dalle foto sembrava essere una barca piccola e graziosa, ma sono rimasto molto colpito quando a Briennon, il mio porto d’imbarco, ho trovato ad attendermi una barca davvero simpatica, molto piacevole e altrettanto comoda. Finalmente, il momento di partire è arrivato. Ora posso godermi la freschezza del canale sul quale stiamo navigando (il Canal de Roanne à Digoin). Per mangiare ci fermiamo dove più ci piace, a volte nella natura (il capitano – mio zio – si occupa di ormeggiare saldamente la barca a un albero) a volte in un porto attrezzato.

In ogni caso, quando si tratta di fermarsi per mangiare, lo facciamo quasi sempre cominciando con il nostro «antipasto preferito», un’insalata di bulgur, preparata dall’ottima cuoca di bordo (mia zia)!!! 

Nel primo pomeriggio, una volta sazi, ci muoviamo verso Paray le Monial e la sua bellissima basilica, e andiamo a cercare acqua alla fontana della cappella di Notre Dame de Romay. Navighiamo su un canale circondato da boschetti che si riflettono nell’acqua. Ci sono anche un sacco di chiuse che, al contrario di quello che immaginavamo, non sono affatto faticose, anche se ci “regalano” qualche bolla alle mani, visto che dobbiamo spesso tenere la barca, anche quando l’acqua scende e le corde sono ruvide.

Il giorno dopo riprendiamo il viaggio verso Digoin e il suo famoso ponte canale. Questa prodezza architettonica non può certo passare inosservata ai navigatori. Si ha la sensazione di essere sospesi al di sopra della Loira, perché la si scavalca letteralmente. Visitiamo l’interessante museo della Loira (l’ObservaLoire) che ci riporta all’epoca passata del commercio fluviale. Dopo due tappe nella natura, ci fermiamo all’abbazia di Sept-Fons dove i monaci producono ancora la famosa «Germaline» e molte altre cose. 

Purtroppo, arriva il momento di restituire la barca: siamo arrivati infatti a Decize, ultima tappa di questa meravigliosa vacanza che mi ha permesso di imparare tante cose a bordo della CAPRI 10, dalla quale ci dobbiamo a malincuore separare.

Conclusione: Ho passato una vacanza bellissima su questo piccolo e confortevole battello, e delle serate magiche a volte al ristorante, a volte sulla barca.

Fonte: www.leboat.it

Related videos

 
 

Sponsored videos

 
 
 
 

Articoli correlati

Cosa vedere