Cucina raffinata e creativa in Savoie Mont Blanc

Published on 13 febbraio 2013
  • Cucina in Savoie Mont Blanc

    Cucina in Savoie Mont Blanc

    © Savoie Mont Blanc / Cavazzana

Cucina raffinata e creativa in Savoie Mont Blanc Savoie Mont Blanc fr

In Savoie Mont Blanc la gastronomia è un must : raffinata, creativa, stellata. Sono 43 le stelle Michelin in Savoie Mont Blanc, di cui 31 fra laghi e montagna. E 19 i ristoranti premiati con il « Bib gourmand ». 

Stelle e tocchi

Emmanuel Renaut a Le Flocons de Sel a Megève è il solo chef in Francia ad aver ottenuto la 3a stella nella Guida Michelin 2012.

Altri giovani chef in ascesa: Mickaël Arnoult che ha ottenuto la 2a stella al suo Auberge des Morainières a Jongieux vicino al lago di Bourget, come Jean-André Charial, altra star, che officia allo Strato a Courchevel. Raphaël Vionnet ha ricevuto 1 stella per la sua cucina che si gusta all'Auberge du Bois Prin a Chamonix Mont Blanc come Benoît Vidal a l'Atelier d'Edmond di Val d'Isère.
Tra i « Bib gourmand »: L'Esquisse ad Annecy, La Remise ad Argentière, Les Cornettes a La Chapelle d'Abondance, Le Confidentiel a Menthon-Saint-Bernard, Par Monts et par Vaulx a Vaulx.Fra i « toqués » di Gault&Millau, Le Confins des Sens a Le Grand Bornand ha appena ottenuto il 2° « tocco ». I suoi giovani chef, Jean-Sébastien Faber e Anthony Burricand creano una cucina di alta classe.  

Stesso riconoscimento per L'Atelier d'Alexandre a Morzine-Avoriaz che viene premiato anche con il « Coup de Cœur » della stessa guida. Le 1947, ristorante gastronomico del Cheval Blanc, uno dei due palace di Courchevel, è insignito oggi di ben cinque tocchi, la più alta distinzione, sinonimo di ristorante d'eccellenza. Un riconoscimento al lavoro dello chef Yannick Alléno, già premiato con le  2 stelle Michelin. 
La Ferme du Chozal ad Hauteluce (Les Saisies) lo chef Yannick Krieg ha ottenuto il titolo di « Maître-restaurateur » che corrisponde alla sua filosofia di proporre una cucina di qualità realizzata a partire da prodotti freschi, locali e di stagione. 

New entry

Un giovane chef di Bordeaux, Eric Prowalski, è arrivato alla guida di La Rotonde e La Coupole all'Hotel des Trésoms ad Annecy, e punta a raggiungere le stelle.  
Sull'altra riva del lago d'Annecy, il grande chef alsaziano Sylvain Ruffenach è ai fornelli della prestigiosa Abbaye de Talloires. 
A Megève, Le 1920, ristorante gastronomico dello Chalet du Mont d'Arbois, 5*, apre la propria cucina allo chef Julien Gatillon. A soli 27 anni, prende le redini del ristorante e ripensa la carta nel segno della tradizione Rothschild. Dopo l'esperienza a La Réserve di Beaulieu in Costa Azzurra e poi al Bacchus Gourmand della« Maison des Arcs en Provence » Laurent Grau approda al Grenier, ristorante dell'hotel Saint-Martin nella valle di Belleville.

Accanto alle specialità nello spirito montagnardo, una cucina creativa. Bruno Locatelli, l'ex-secondo del grande Veyrat, arriva in Savoia a L'Orangerie, ristorante del Château de Candie sulle alture di Chambéry.  

Related videos

 
 

Sponsored videos

 
 
 
 

Articoli correlati