Degli alloggi insoliti in riva al mare

Published on 13 giugno 2012
  • Litorale

    Litorale

    © ATOUT FRANCE/Michel Angot

Degli alloggi insoliti in riva al mare 75000 france fr

Dormire in un vero faro, su una minuscola isola deserta o nell’antica cittadella Vauban: il litorale francese promette luoghi inediti! 

  • IN NORMANDIA  

- Faro di Fatouville – Grestain
Situato nelle immediate vicinanze di Honfleur, affascinante porto dell’estuario della Senna, questo faro di vecchie pietre mette a disposizione 5 camere indipendenti (non fumatori) nell’antica casa del custode, a partire da 50 € / notte. Numerosi marchi (Gîte de France o LPO – Lega di Protezione degli Uccelli) aggiungono al carattere insolito del luogo un simpatico approccio alla natura normanna. 

  • IN BRETAGNA

Faro di Kerbel

Situato a Riantec – Port Louis (all’ingresso della baia di Lorient e di fronte all’Isola di Groix), questo faro completamente bianco spicca nel paesaggio circostante. Disponibile una camera circolare, a 25 metri di altezza e con le pareti totalmente in vetri. La vista panoramica è assicurata! Ai suoi piedi una graziosa casetta del custode ospita un gîte di charme (6 persone). L’eccezionale fascino della camera sul faro può essere vostro a partire da 400 €. 

Cittadella Vauban: un hotel-museo a Belle-Ile
Fiore all’occhiello del gruppo Savry-Hotels, quest’hotel-museo ha sede nella cittadella costruita da Vauban sulla splendida Belle-Ile. Una cittadella intatta, dichiarata monumento storico, che difendeva il porto del Palais. I dormitori militari sono diventati camere raffinate, il tutto nel rispetto dei luoghi. Un museo e un ristorante completano questo magnifico insieme, ideale per assaporare quest’isola del sud della Bretagna. 

Isola di Quéménès
Questa minuscola isola, che si trova tra gli scogli dell’Isola di Molène e spunta appena dalle onde, era completamente deserta fino al giorno in cui una giovane coppia coraggiosa ha deciso di trasferirsi qui, con il sostegno del Conservatoire National du Littoral. Una vera e propria avventura che ha dato vita a una piccola fattoria (8 pecore, 6 polli, ecc.) su un tratto di terra bretone battuto dalle forze dell’oceano, al largo del Conquet e in pieno Mare d’Iroise. Nello scenario di quest’isoletta, collegata a Molène solamente via barca, la giovane coppia ha dato vita a un gîte dove la calorosa accoglienza ben compensa il senso di isolamento del luogo. 
Quest’insularità così pregnante costituisce proprio il fascino di una struttura dove bisogna cercare di economizzare tutto: energia, acqua, spazio … La particolarità di questo tipo di soggiorno e la precarietà del luogo (si sbarca a volte “saltando” letteralmente dalla barca alla terraferma quando il mare è mosso) giustificano le tariffe non proprio economiche, nonostante un livello di comfort basico. A partire da 350 o 400 € per 2 persone e 2 notti (anche i bambini sono i benvenuti!). 

Isola di Louët
Questa minuscola “isola giardino” è incastonata nella magnifica Baia di Morlaix (nel nord del Finistère) e possiede una sola casetta, una volta abitata dal guardiano del faro. Un grazioso gîte avvolto nel verde e nelle rocce, nelle vicinanze di un altro isolotto (che ospita un bastione fortificato: il castello di Taureau): questo luogo, appartenente al comune di Carantec, è un piccolo mondo a parte, molto ambito dagli intenditori (a partire da 150 € / notte, da aprile a ottobre). 

- Le Plum’arbre di Pont Samoël
Quest’area camping, situata nell’entroterra ma non lontana dal Golfo del Morbihan, propone di passare una notte originale, non in una capanna in legno su un albero, bensì in una tenda sospesa a un ramo! Una soluzione “light” insolita e simpatica, a partire da 50 €. 

Non lontano dalle coste
- Domaine des Ormes vicino Saint-Malo
- Le Nid d’Iroise vicino Brest 
Domaine de la Vallée de Pratmeur vicino Lorient  
Capanne sugli alberi, roulotte o yurte

  • NEL MEDITERRANEO 

- Hotel Le Corbusier a Marsiglia 
Nel cuore della Cité Radieuse, l’insieme abitativo più riuscito firmato dall’architetto Le Corbusier, quest’hotel è situato in boulevard Michelet, in un contesto urbano, ma non lontano dalle spiagge del Prado. La grande città marsigliese assume l’aspetto di una destinazione balneare dai magnifici paesaggi costieri e la sua rada è un regno per il diporto, per la barca a vela o le immersioni … 

- Un veliero ammainato nella marina di Porquerolles
Questo veliero è ammainato al porto dell’isola di Porquerolles, di fronte a Hyères, una perla della costa mediterranea e provenzale. Si può così affittare questa barca – chambre d’hôtes (3 cabine) senza essere marinai o sapere navigare. Ma passare una notte o una settimana sull’acqua, tra il fruscio dell’acqua e degli equipaggiamenti, è già un’esperienza incredibile! 

- Kontiki, villaggio di capanne sulla spiaggia di Saint-Tropez 
Pampelonne è una spiaggia immensa, nelle vicinanze di Saint-Tropez, immersa in un paesaggio semi-selvaggio, con stabilimenti balneari e ristoranti – dance club (la Voile Rouge, il Club 55 … ) frequentati dal jet-set. Ma qui potrete trovare anche un piccolo villaggio di bungalow di grande comfort. L’indirizzo giusto per un soggiorno familiare, a prezzi ragionevoli (ma bisogna prenotare per tempo) e in riva al mare. Il villaggio, appartenente alla categoria della cosiddetta “hôtellerie de plein air”, è stato battezzato Kontiki. 

- Alcuni punti di riferimento generali sul tema … 
Insolithome
Hôtels insolites
Hébergement insolite
Vacances insolites

Related videos

 
 

Sponsored videos