La Grande Maison, tavola 3 stelle in Aquitania

Published on 08 gennaio 2015
  • La facciata de La Grande Maison a Bordeaux, di fronte alla quale troneggia una scultura d'arte contemporanea

    La facciata de La Grande Maison a Bordeaux, di fronte alla quale troneggia una scultura d'arte contemporanea

    © Tous droits réservés

  • Una decorazione di lusso per il ristorante gastronomico di Joël Robuchon a La Grande Maison a Bordeaux

    Una decorazione di lusso per il ristorante gastronomico di Joël Robuchon a La Grande Maison a Bordeaux

    © Tous droits réservés

  • Camere de La Grande Maison a Bordeaux

    Camere de La Grande Maison a Bordeaux

    © Tous droits réservés

La Grande Maison, tavola 3 stelle in Aquitania 10 rue Labottière 33000 Bordeaux fr

La Grande Maison o l'arte dell'accoglienza

Bisognava pensarci! E l’hanno fatto… Bernard Magrez, proprietario di 4 vini Bordelais, e il celebre chef stellato Joël Robuchon hanno unito il loro destino per dare vita ad un progetto unico: l’apertura a Bordeaux de “La Grande Maison”, lussuoso stabilimento volto ai piaceri dei sensi e seconda tavola 3 stella in Aquitania.

Immaginate la scena: un bel hotel privato del XIX secolo, trasformato in un hotel di prestigio, al quale sono state aggiunte 2 sale ristorante ornate con boiserie grigia: una decorazione grandiosa dove i lustri della celebre cristalleria della Lorena di Baccart rischiarano la decorazione porpora delle poltrone in stile Napoleone III.

Robuchon, lo chef più stellato al mondo

Nel cuore di Bordeaux, la sontuosità delle decorazioni di questo antico hotel privato non ha eguali se non la qualità delle pietanze.

A chi va il merito? A Joël Robuchon naturalmente. Basta il nome per iniziare a sognare! Lo chef francese più stellato al mondo (26 stelle) promette di valorizzare anche i prodotti del Sud-ovest.

Non mancheranno naturalmente i suoi piatti più famosi:

  • pasta sfoglia ai tartufi
  • cipolla candita e lardo
  • purea di patate alla “Robuchon”

 Il tutto accompagnato da nettari d’eccezione.

 La ricchezza della carta dei vini la si deve all’altro protagonista del progetto, Bernard Magrez, proprietario di 40 castelli e vitigni in tutto il mondo.

 Saremo i soli al mondo ad avere 160 vini di Bordeaux à la carte, qualche volta su due o tre annate”, precisa Bernard Magrez.

Dopo l’ultima degustazione, sei invitato a raggiungere l’hotel…

Magnificenza, lusso e raffinatezza: i superlativi non bastano quando si descrivono le camere, con mobilio d’epoca e che assicurano un’indimenticabile notte fatta di un sonno… reale.

Ogni minimo dettaglio ti lascerà a bocca aperta, come i prodotti Hermès in ogni stanza da bagno..

Le arti della tavola

È evidente, i proprietari hanno scelto un alto livello sul piano artistico: l’arte della gastronomia, del vino, della tavola (Baccarat, Christofle…) e la decorazione è affidata ad artigiani francesi (Pierre Frey, passamaneria Lesage). E naturalmente l’arte del ricevere rientra nelle grande tradizione francese e di Bordeaux.

Mecenatismo culturale

Opere d’arte contemporanea, che provengono dall’Istituto culturale Bernard Magrez (proprio di fronte al ristorante), attirano l’attenzione: tra gli artisti esposti troviamo Daniel Buren, Shen Yuan, Dan Hays, Martin Dammann, Valérie Belin e Alex Guofeng Cao.

Indirizzo

La Grande Maison
10 rue Labottière
33000 Bordeaux