Grotta di Lourdes: spazio riorganizzato per una migliore accoglienza dei pellegrini

Published on 28 novembre 2014
  • I lavori devono iniziare il 17 novembre con la costruzione del ponte e concludersi per la stagione dei pellegrinaggi 2016

    I lavori devono iniziare il 17 novembre con la costruzione del ponte e concludersi per la stagione dei pellegrinaggi 2016

    © AFP PHOTO / REMY GABALDA

Grotta di Lourdes: spazio riorganizzato per una migliore accoglienza dei pellegrini Lourdes fr

Uno spazio "più armonioso e silenzioso" vicino alla grotta, un nuovo ponte più resistente alle piene: questi i lavori che riguarderanno il santuario di Lourdes dal 17 novembre fino al 2016, come annunciato giovedì 14 novembre dai responsabili.

Da quando la Vergine Maria è apparsa a Bernadette Soubirous nel 1858, i luoghi dell’apparizione sono stati oggetto di vari interventi.

"Si avvertiva talvolta una mancanza di armonia, d’ostacolo al cammino spirituale" ha dichiarato Monsignor Nicolas Brouwet, vescovo di Tarbes e Lourdes, durante una conferenza stampa a margine dell’assembla plenaria dei vescovi.

Da qui l’idea di dar vita al cantiere "Progetto Grotta, cuore di Lourdes", per garantire una miglior accoglienza dei pellegrini (800.000 all’anno in gruppi organizzati, senza contare i numerosi visitatori individuali ed i turisti) e offrir loro un percorso più coerente.

Nel 2016, alla fine della spianata del Rosario, il pellegrino potrà percorrere una zona alberata, senza le fontane e i distributori di medagliette votive presenti oggi. Vicino alla grotta verrà posta una nuova pavimentazione, sarà sostituito l’arredo attuale e realizzato un sistema di protezione dalle piene, in seguito alle inondazioni dell’ottobre 2012 e del giugno 2013.

I bruciatori di ceri saranno spostati sull’altra riva del Gave de Pau, per permettere ai ceri di consumarsi completamente (cosa, oggi, impossibile nello spazio molto affollato della grotta). A questo luogo si accederà grazie a un ponte mobile, alzato in caso di piena.

Presso le nuove fontane, alimentate dalla sorgente della grotta attraverso un sistema di canalizzazione, i pellegrini saranno invitati a riappropriarsi del gesto dell’acqua. Ma "non si potranno più riempire taniche, pratica poco spirituale", queste le parole di Monsignor Brouwet. Molto attento all’evangelizzazione, il Vescovo spera anche di poter organizzare delle prediche presso le fontane e le piscine, dove sarà riprogettata la zona di attesa con la realizzazione di una nuova pensilina. Inoltre si costruirà una seconda sagrestia vicino alla grotta, per accogliere un maggior numero di preti.

I lavori incominceranno il 17 novembre con la costruzione del ponte e saranno terminati entro la stagione di pellegrinaggio 2016.

L’intero costo dell’operazione (2,1 milioni di euro per il ponte, 1,6 milioni di euro per lo spazio antistante la grotta) sarà coperto da fondi privati e dalle risorse del santuario, senza "nemmeno un euro proveniente dalle casse dello Stato", come ha sottolineato Monsignor Brouwet.

Indirizzo

Santuario Nostra Signora di Lourdes
1, avenue Monseigneur Théas
65108 Lourdes

Related videos

 
 

Sponsored videos