Passeggiate in famiglia in riva ai laghi

By Philippe Bardiau | Published on 01 marzo 2013
  • © ATOUT FRANCE/Hervé Le Gac

  • © ATOUT FRANCE/Pascal Gréboval

Passeggiate in famiglia in riva ai laghi

Sono ben note le belle rive dei grandi laghi alpini (Annecy, Le Bourget, Serre-Ponçon), ma fare una pausa spuntino nei pressi di un affascinante laghetto d’alpeggio resta uno dei momenti topici di un’escursione in famiglia, magari dopo una o due ore di salita, a 300 o 600 metri di dislivello, su un sentiero ben tracciato: una piacevole giornata in piena montagna da vivere tutti assieme. 
Questa tipologia d’escursione esclude i massicci prealpini, la cui geologia calcarea fa sì che l’acqua piovana scorra e si addentri nello zoccolo roccioso, scavando voragini e grotte: un’altra attrazione che merita una visita. 

Nelle Alpi

Arroccato a 2.230 metri d’altezza, nel cuore del Parco Nazionale del Mercantour (Alpi di Alta Provenza), questo magnifico lago d’alta quota è dominato dal Mont Pelat (3.052 m) e vanta un notevole ecosistema (flora e fauna di montagna). Raggiungerlo è assai agevole, attraverso il Val d’Allos. Il lago alimenta un torrente affluente del Verdon, fiume che attraversa tutte le Alpi meridionali con il suo “gran canyon”. 

Questa valle selvaggia taglia profondamente il sud del Massiccio degli Ecrins, conduce a qualche villaggio isolato e accoglie numerose escursioni e corse d’alpinismo poco note. Il lago “miniatura” del Lauzon (2.000 m) fa parte delle escursioni più semplici, con partenza dal rifugio-hotel del Gioberney. Grandi pareti rocciose e cascate spettacolari danno vita a uno scenario quasi himalayano. Un altro obiettivo, dopo una salita più lunga e ardua: i laghi di Pétarel. 

Molto fotogenico, rannicchiato nel mezzo del massiccio delle Aiguilles Rouges, a 2.350 metri d’altezza, il Lago Bianco offre una vista eccezionale sul Massiccio del Monte Bianco, collocato esattamente di fronte. Il luogo è stato dichiarato “riserva naturale” (dall’organo Asters), è molto frequentato, ma assolutamente imperdibile. 

Laux significa lago (lac in francese), secondo la tradizione locale. Questa collezione di 7 laghi è un motivo più che sufficiente per una gita nel cuore del poco noto massiccio di Belledonne, tra Grenoble e l’Oisans (Isère). 

Il primo Parco Nazionale francese della storia (istituito nel 1963) ricopre un vasto massiccio, territorio privilegiato di migliaia di camosci e stambecchi. L’escursionista esperto è quasi certo di incrociare un branco di questi simpatici “acrobati” a breve distanza (ma attenzione a non disturbarli), in direzione di uno dei 100 laghi recensiti della Vanoise. I principali punti di partenza per un’escursione sono Aussois o Termignon (lato Maurienne), Pralognan (lato Tarentaise) e Rosuel / Peisey-Nancroix. Uno dei numerosi e simpatici rifugi è “Entre-le-lac” (nei pressi dei laghi di Plan Richard). 

Situato nel massiccio di Arve-Giffre (ribattezzato “Grand Massif” come stazione sciistica), questo lago adorna un magnifico scenario d’alpeggio e di creste rocciose (riserva naturale), a nord del Pays du Mont-Blanc. Situato a “soli” 2.060 metri d’altezza, il lago richiede tuttavia un percorso assai lungo e in pendenza per raggiungerlo (3 ore di salita all’andata), perché il sentiero comincia molto in basso (Sixt-Fer-à-Cheval). Ma la ricompensa sarà all’altezza! 

Nei Pirenei

Arroccato a 1.700 metri d’altezza, protetto dal Pic du Vignemale (punto culminante del massiccio, dal lato francese, con i suoi 3.298 metri), questo lago di montagna, bellissimo e vasto, è raggiungibile in seggiovia, ma merita uno sforzo a piedi. Il luogo d’accesso al Lago di Gaube è già di per sé una meraviglia: il Pont d’Espagne, a monte di Cauterets. 

Raggiungibile da due versanti (la valle d’Aure a est e la valle di Barèges a ovest), questo magnifico tratto dei Pirenei è stato dichiarato riserva naturale e custodisce tutta una serie di bei laghi, naturali o di sbarramento. A ciascun livello d’altezza il suo: da Saint-Lary e Espiaube (valle d’Aure), si raggiunge il lago dell’Oule; da Barèges, si arriva dapprima al lago di Glère, fino al prezioso e più alto (2.600 m) lago Bleu.

 

Related videos

 
 

Sponsored videos