Salvaguardia degli spazi naturali: la Francia premiata

Published on 09 dicembre 2014
  • La Soufrière, Basse-Terre nel Parco Naturale della Guadalupa

    La Soufrière, Basse-Terre nel Parco Naturale della Guadalupa

    © Jean-Marc LECERF - www.oceandimages.com

  • Porz Doun a Ouessant, vista sulla baia di Lampaul e sulla brughiera

    Porz Doun a Ouessant, vista sulla baia di Lampaul e sulla brughiera

    © Atout France/Hervé Le Gac

Salvaguardia degli spazi naturali: la Francia premiata

Uccelli rari nel Parco Naturale del Mar d’Iroise, orsi nel Parco Naturale dei Pirenei, cascate, spiagge e scogliere in Guadalupa

La parola chiave che spiega queste meraviglie naturalistiche è la salvaguardia delle aree naturali. Settore in cui la Francia eccelle, come testimoniano i premi guadagnati nel 2014 in Australia, al Congresso Mondiale sui Parchi.

5 le aree premitate

Fra i venti siti mondiali di interesse naturalistico, in gara al Congresso Mondiale sui Parchi di Sydney, la Francia ha fatto la parte del leone. Sono 5 le aree protette del territorio francese che hanno ottenuto un riconoscimento per la loro eccellente gestione e conservazione della fauna e della flora.

La Francia, un'eccezione geografica

A proposito, sapevate che la Francia è riconosciuta come uno degli attori principali nella conservazione del patrimonio naturale mondiale e contribuisce apportando soluzioni innovative e replicabili? Bisogna dire che il paese ospita delle ricchezze naturali straordinarie: è presente in 5 dei 25 punti caldi della biodiversità (Mediterraneo, Caraibi, Oceano Indiano, Nuova Caledonia, Polinesia) e in una delle tre aree forestali importanti del pianeta (Amazzonia).

Ecco i 5 vincitori:

  • L'Area Naturale del Marais d’Episy vicino a Fontainebleau, dove convivono rare specie vegetali e animali (libellule, anfibi, pettazzurro…).
  • Il Parco Naturale dei Pirenei, che sorge a 3.298 m, offre lo spettacolo di 55.000 specie animali e 4.000 piante.
  • La Riserva Naturale Nazionale di Cerbère-Banyuls, sulla costa Vermiglia del Mediterraneo, protegge circa 1.200 specie animali (pesci come cernie, orate, crostacei) e oltre 500 specie vegetali (piante acquatiche Posidonia, corallo rosso …).
  • Il Parco Naturale della Guadalupa si distingue anche per la diversità dei suoi paesaggi, suddivisi in tre tipi di ambienti: umido (cascate, corsi d’acqua), marino (spiagge, barriere coralline) e foreste (foresta paludosa, foresta di mangrovie).
  • Il Parco Naturale marino del Mar d’Iroise (vedi video qui sotto) che ospita l’isola d’Ouessant, comprende degli isolotti diventati veri e propri rifugi per gli uccelli. Nasconde anche fondali marini popolati di tesori ecologici come letti di Zostera, vivai di biodiversità acquatiche.

Related videos

 
 

Sponsored videos