Newsletter
  • Select your language
  • Italiano
  • Other languages
  • L'oltremare francese sa tentare con la sua cucina meticcia, in cui le spezie giocano un ruolo essenziale. Partite alla scoperta di un universo culinario dai mille sapori in cui i colori esotici e il mix di tradizioni non finiranno di stupirvi.

  • 400 anni di meticciato, europeo, africano, indiano, amerindio, hanno forgiato i sapori della Guyana

  • All’isola della Réunion, impossibile non provare il cari, ispirato al curry d'origine indiana. Questo piatto tipico della cucina della Réunion a base di carne o pesce piuttosto piccante, il cari viene servito accompagnato da riso e cereali, lenticchie o piselli ben cotti. 

  • Francese, asiatica od oceanica, la cucina della Nuova Caledonia è lo specchio della sua popolazione e offre ai visitatori un menù dai sapori eclettici.

  • Fatti tentare dalla cucina delle isole di Tahiti: specialità di pesce, vaniglia, ma’a tinito, vino...

  • I primi abitanti dei Caraibi, gli Arawaks, provenienti dall’America del sud, furono decimati dagli Indiani dei Caraibi. Sono questi indiani,  guerrieri invincibili ed eccellenti navigatori, che abitano i Caraibi  quando Cristoforo Colombo sbarca qui per la prima volta nel 1493 (Guadalupa) e nel 1502 (Martinica).

  • Nel 1642, la sede della Compagnia delle Indie e le basi dei corsari danno nuova vitalità a questa montagna vulcanica emersa dall’oceano Indiano. La canna da zucchero successivamente modella il volto dell’isola di Bourbon. Se l’isola della Réunion è principalmente  cattolica, le tradizioni della comunità indù sono molto presenti.

  • Esistevano oltre 300 clan kanak prima dell’arrivo del grande esploratore James Cook nel 1774. E fu lui a chiamare « Nuova Caledonia » questa grande isola. Imperdibile il Centro Culturale Tjibaou a Nouméa, progettato da Renzo Piano e ispirato alle tipiche capanne melanesiane, il centro ricostruisce  la cultura e i costumi Kanak...

  • L’ospitalità polinesiana in effetti è leggendaria. Da alcuni anni, il popolo polinesiano ha saputo rivalorizzare la propria identità facendo rivivere molte delle sue tradizioni. Legate alla notte dei tempi, la danza, la musica e i tatuaggi alle isole di Tahiti costituiscono un vero modo per comunicare.

  • Oggi, la visita di Cayenne e delle città dell’interno della Guyana rivela un mix di culture. Lo spirito della festa è onnipresente con la tradizione dei balli in costume animati dai Touloulous nel periodo del carnevale.