100 anni X 100 monumenti

  • Abbaye du Mont Saint Michel Philippe Berthé

    Abbaye du Mont Saint Michel Philippe Berthé

    © CMN Paris

  • La Conciergerie

    La Conciergerie

    © CMN Paris

100 anni X 100 monumenti francia fr

È la “formula” del Centro dei Monumenti Nazionali, il principale gestore di monumenti e siti storici aperti al pubblico in Francia, che compie quest’anno 100 anni di attività!

Un secolo di impegno dalla parte della cultura e dell’arte. Istituito ufficialmente il 10 luglio del 1914 per “raccogliere e gestire fondi destinati alla conservazione e acquisizione di edifici storici monumentali”, oggi il Centro ha davvero tutti i numeri in regola: 100 monumenti, più di 9 milioni di visitatori e 400 eventi ogni anno. E i siti sono prestigiosi (13 fanno parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco): l’abbazia di Mont-Saint-Michel, i castelli di Angers e Azay-le-Rideau, l’Arco di Trionfo e la Sainte-Chapelle, l’abbazia di Thoronet... La missione del Centro è valorizzare questo patrimonio, garantire l’accessibilità ai visitatori e la qualità dell’accoglienza. Così, accanto agli eventi, ci sono sempre nuove aperture. Come il settecentesco Castello di Champssur-Marne nell’Île-de-France, circondato da uno splendido parco che è stato location difilm famosi, da “Le relazioni pericolose” di Stephen Frears con John Malkovich e Glenn Close, a “Maria Antonietta” di Sofia Coppola, o “Vatel” con Gérard Depardieu...
Per il 2014, tanti eventi. Fra i più importanti, la mostra su Luigi IX (San Luigi) per l’8°centenario della nascita, nelle torri e i bastioni di Aigues-Mortes, la città fondata dal sovrano, che da qui partì per le crociate in Terrasanta, o ancora alla Conciergerie di Parigi per una mostra eccezionale su questo re-santo che esercitò una notevole influenza su tutto l’Occidente medievale. A Reims, al Palazzo del Tau, scenario delle incoronazioni dei re di Francia, c’è la mostra “Splendori delle incoronazioni reali da Luigi XIV a Carlo X”. A Carcassonne si celebrano i 200 anni della nascita di Viollet-le-Duc, che reinventò il Medioevo della Cité, fra castello e bastioni. E poi le suggestive visite notturne: a Mont-Saint-Michel, alla Sainte-Chapelle, alle torri di Notre-Dame, ad ammirare Parigi illuminata...
›››www.tourisme.monuments-nationaux.fr