Aspettando le finali

Aspettando le finali

A Bordeaux dopo Galles-Slovacchia, l’11 giugno, Austria-Ungheria il 14, Belgio-Irlanda il 18, Croazia-Spagna il 21, si disputerà la partita dei quarti di finale il 2 luglio. Bella occasione per ritrovarsi nel cuore di una capitale del vino, Patrimonio dell’Unesco per il suo straordinario complesso architettonico settecentesco (e pure i vigneti di SaintÉmilion, appena fuori città, sono riconosciuti dall’Unesco). E che piacere andare a spassoper il quartiere dei Chartrons, fra botteghe d’antiquari e gallerie d’arte, passeggiare lungo i quais della Garonna, fermarsi in un bar à vindella città vecchia... A Lens, nel cuore delle storiche città minerarie del Nord-Pas de Calais si disputerà Albania-Svizzera l’11 giugno, un epico incontroInghilterra-Galles il 16 giugno e Repubblica Ceca-Turchia il 21 e la partita degli ottavi di finale di sabato 25 giugno. Imperdibile una visita del Louvre-Lens, uno scrigno di vetro che ospita grandi collezioni del museo parigino. Anche a Saint-Étienne si gioca la partita degli ottavi di finale del 25 giugno, dopo Portogallo-Islanda il 14 giugno, Repubblica Ceca-Croazia il 17, Slovacchia-Inghilterra il 20.

E visto che la città è a poca distanza da Lione può essere una base ideale per andare a veder giocare l’Italia e scoprire così il fascino di una cittàcreativa del design dell’Unesco e del patrimonio Le Corbusier, candidato per il 2016 a entrare nel Patrimonio dell’Umanità. E infine, le due metropoli del Sud. Marsiglia dopo aver ospitato Inghilterra-Russia sabato 11 giugno, Francia-Albania il 15, Islanda-Ungheria il 18, Ucraina-Polonia il 21, sarà location dell’incontro dei quarti di finale del 30 giugno e della semifinale del 7 luglio. Il tutto nello scenario d’eccellenza della più antica città di Francia, 26 secoli di storia! Qualcosa da non perdere? Il nuovo look del Vieux-Port, una visita al MuCEM, il museo delle Civiltà dell’Europa e del Mediterraneoe un tour per le Calanques, paradiso fra terra e mare. Rendez-vous a Nizza, dove si disputa la partita degli ottavi di finale del 27 giugno (dopoSvezia-Belgio il 22, Spagna-Turchia il 17, Polonia Irlanda del Nord il 12), a passeggiare sulla leggendaria e storica Promenade des Anglais, sulla nuova ed ecologica Promenade du Paillon, a perdersi per le viuzze della città vecchia e fra le bancarelle del mercato di cours Saleya. Da visitare fra tanti musei -Museo Matisse, Museo Chagall, il MAMAC d’arte contemporanea.. - anche il nuovo Museo dello Sport proprio allo stadio.