Attività a contatto con la natura in Aquitania

  • © ATOUT FRANCE/Jean Malburet

  • © ATOUT FRANCE/Aquashot

  • © ATOUT FRANCE/Hervé Le Gac

  • © ATOUT FRANCE/Philippe Maille

  • © ATOUT FRANCE/Jean Malburet

Attività a contatto con la natura in Aquitania Bordeaux fr

Tra le pianure dell’Armagnac e le cime del Paese Basco, le dune del litorale atlantico e i terroirs del Périgord, l’Aquitania è una regione ricca di contrasti. Dalle vaste pinete delle Lande, passando per il bacino d’Arcachon e la Duna del Pyla, fino all’estuario della Gironda, l’influenza dell’oceano si avverte in modo pregnante. Altri territori apportano anch’essi le loro peculiarità: l’Entre-deux-Mers, la Giurisdizione di Saint-Emilion o i “quattro” Périgord (il verde, il bianco, il porpora attorno a Bergerac, il nero nella zona di Sarlat-la-Canéda), che compongono il dipartimento della Dordogne. La grande varietà di questi luoghi naturali offre una vasta scelta d’attività all’aria aperta per tutti gli amanti della natura. 

Le escursioni a piedi

Ci si può concedere passeggiate da sogno, tanto nel Paese delle Bastides nel Périgord che sui rilievi del Paese Basco. La foresta di faggi d’Iraty è un punto di riferimento noto in tutta Europa. I sentieri di montagna passano anche per i versanti d’alpeggio, come nei dintorni del Pic du Midi d’Ossau o nella valle di Soule, dove è possibile trovare i cayolars (ovili d’altitudine), i greggi di pecore e i grifoni che sorvolano nel cielo: una montagna preservata e intatta. 

Il cicloturismo

In questa regione sono numerose le possibilità di gite in bicicletta. L’Aquitania è stata, infatti, la pioniera delle famose “vie verdi”, come la via verde dell’Entre-deux-Mers, a sud-est di Bordeaux, che giunge fino a Sauveterre-de-Guyenne. Ma vi sono molti altri tesori da scoprire tra litorale e foresta, sugli antichi sentieri dei raccoglitori di resina di pino, trasformati oggi in piste ciclabili riservate: centinaia di chilometri uniscono il Médoc al Paese Basco, passando per Lacanau, Arcachon, Biscarosse… 

Le vie navigabili

La Dordogne navigabile permette di fare una mini-crociera in gabarra (grande barca a vela in legno), ad esempio ai piedi dei  castelli di Beynac e Castelnaud, verso la Roque-Gageac. È possibile assaporare tutto il piacere della navigazione fluviale lungo il canale d’Entre-deux-Mers, laterale alla Garonna, tra Bordeaux e Agen: avrete voglia di spingervi sempre più lontano… 

 

Related videos

 
 

Sponsored videos

 
 
 
 

Articoli correlati