Aude, Paese Cataro - Un viaggio nel tempo e nel gusto

  • Il Canal du Midi è perfetto per il turismo fluviale

    Il Canal du Midi è perfetto per il turismo fluviale

    © C.G. Deschamps

  • Lo stagno di Bages

    Lo stagno di Bages

    © C.G. Deschamps

Aude, Paese Cataro - Un viaggio nel tempo e nel gusto Carcassonne fr

Scivolare sull’acqua del Canal du Midi, Patrimonio dell’Unesco. Salire fino ai Castelli catari, arroccati sui rilievi di roccia. Assaporare specialità gastronomiche e grandi vini: l’Aude è una vera scoperta!

Ha un fascino speciale, l’Aude che declina paesaggi e luoghi prestigiosi, impregnati di storia, dal Mediterraneo ai Pirenei. A cominciare da Carcassonne, Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco. È la città fortificata più grande d’Europa, racchiusa in due cinte murarie, un tuffo in un Medioevo di cappa e spada, riveduto e corretto da Viollet-le-Duc, il grande architetto di cui ricorre proprio quest’anno il bicentenario della nascita. E poi Narbonne, Città d’Arte e di Storia, offre al visitatore  i tesori dei suoi musei, della cattedrale, del palazzo degli arcivescovi, nell’atmosfera animata del Sud.

Autentica meraviglia il Canal du Midi, altro Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco, un capolavoro di ingegneria del XVII secolo, scandito da chiuse e ponti: perfetto per il turismo fluviale a bordo delle péniches, da noleggiare per una vacanza diversa. Se preferite la terraferma, andate alla scoperta dei Castelli Catari, le Cittadelle della Vertigine arroccate su speroni di roccia: sono le spettacolari fortezze che furono l’estremo rifugio degli Albigesi, eretici medievali, e rievocano la storia della crociata che li annientò.

Un vero viaggio nel tempo che si conclude tra le atmosfere segrete delle abbazie romaniche. Gli appassionati di randonnée possono seguire il sentiero cataro, da Port la Nouvelle nell’Aude, fino a Foix nel dipartimento dell’Ariège. 12 tappe e più varianti fra colline di vigneti, foreste e rilievi per raggiungere le fortezze più segrete, da percorrere a piedi, ma anche a cavallo o in mountain bike (www.lesentiercathare.com). E infine, naturalmente, il gusto: la gastronomia dell’Aude è ricca e varia e comprende specialità come il Cassoulet, a base di fagioli e di carne, i salumi, le olive lucques (le tipiche olive della Linguadoca), il pesce e i frutti di mare del Mediterraneo... Lungo le strade del vino, fra decine di denominazioni, tanti alberghi di charme offrono scoperte e degustazioni. Per saperne di più, proposte di soggiorno e itinerari:

›››www.audetourisme.com