La cucina delle isole di Tahiti

  • © Tahiti Tourisme Jalil Sekkaki

  • © Tahiti Tourisme

  • © Tahiti Tourisme / R. Sahuquet

La cucina delle isole di Tahiti Le isole di Tahiti

Alle Isole di Tahiti è il pesce crudo « alla tahitiana» che merita tutti gli onori in cucina

Appena pescati, il tonno, la triglia o la palamita vengono tagliati a dadini e preparati con succo di limone e latte di cocco. Vengono lasciati a marinare per alcune decine di minuti prima di venire serviti freddi.

Il ma’a tinito, mix di maiale, fagioli rossi, di pota (cavolo) e di maccheroni è un altro piatto molto apprezzato della cucina delle Isole di Tahiti.

I frutti dell’albero del pane, le decine di varietà di banane tra cui l’incomparabile fei orangé, tuberi vari ( taro, tarua e ufi) costituiscono la base della cucina locale. Papaia, mango, ananas, anguria, pompelmi, limoni verdi, accompagnati da una bacca di vaniglia, vengono gustati in deliziose macedonie di frutta.

La vaniglia delle isole di Tahiti non è una specie endemica della flora polinesiana ma venne importata qui da un ammiraglio francese nel 1848 e viene considerata come una specie rara.

Il vino delle isole di Tahiti viene prodotto nel cuore del Pacifico del sud, nell’arcipelago delle Tuamotu. Il vigneto di 11 ettari si trova a Rangiroa e il vino viene prodotto su un piccolo  motu non lontano dal villaggio d’Avatoru. Esistono 3 vitigni : il Carignan, il Moscato d’Amburgo e l'Italia. 

Maggiori informazioni