Dogane e regolazioni Imports/Exports

  • Viaggiatori nell'aeroporto di Pau.

    Viaggiatori nell'aeroporto di Pau.

    © Atout France/Cédric Helsly

  • Parigi shopping

    Parigi shopping

    © Paris Tourist Office - Photographe : Amélie Dupont

  • Parigi shopping

    Parigi shopping

    © Paris Tourist Office - Photographe : Amélie Dupont

Dogane e regolazioni Imports/Exports

La dogana francese è l’istituzione fiscale incaricata dell’esazione dei diritti e delle tasse dovute, all’ingresso della merce sul territorio francese. Essa garantisce anche protezione e sicurezza (lotta anti-droga, controllo delle merci pericolose, controllo dei flussi migratori di persone, a volte guardia costiera ...).

Per ottenere un’informazione dettagliata sugli acquisti e il turismo in Francia consulta il sito internet della dogana francese.

Al tuo arrivo in Francia, nella frontiera terrestre, in una stazione ferroviaria, in un porto o aeroporto, troverai due passaggi diversi in base alla natura e della quantità delle tue merci: il filtro “verde” e quello “rosso”.
Nel primo caso, tu non possiedi nulla da dichiarare. Nel secondo caso, in funzione di uno o più criteri elencati qui sotto, dovrai dichiarare la tua merce.

All’andata così come al ritorno dalla Francia, dovrai dichiarare somme, titoli o valori, che stai trasportando con te. Questa libera dichiarazione va fatta all’amministrazione doganale che effettua dei controlli al fine di lottare contro il riciclaggio di denaro proveniente da traffici illeciti.Attenzione: potrai essere soggetto a controlli in tutto il territorio nazionale. 


Informazioni pratiche

Acquisto e circolazione delle armi e munizioni
Acquisti a distanza, invii express e pacchi postali
Acquisti di veicoli terrestri a motore

Scoprire un prodotto contraffatto ti mette in guardia dai pericoli!
Dal 1994: possedere, importare, esportare, un prodotto di marca contraffatto costituisce un crimine passibile di pesanti sanzioni doganali, ma anche penali (ritiro immediato della merce e ammenda doganale rischiando perfino il carcere. Dal ottobre 2007, il carcere può arrivare fino a 5 anni e l’ammenda inflitta fino a 500.000 €
Calcola diritti e tasse sui tuoi acquisti effettuatu all’estero
Le regolamentazioni per l’importazione del tabacco e delle bibite alcoliche sono le seguenti:
Sigarette: 200 unità
Tabacco: 250gr
Sigari: 50 unità
Vini fermi: 4 litri
Birre: 16 litri
Alcolici + di 22° : 1 litro
Alcolici – di 22° : 2 litri 

* I minori di 17 anni non possono importare in franchigia ne tabacco, ne bibite alcoliche.

Le importazioni di carne, latte e prodotti a base di carne o latte sono sotto la stessa regolamentazioni sanitaria, che sia per uso personale o commerciale. Se desiderate trasportare questi alimenti, dovete per forza farli controllare dai servizi veterinari in una stazione d’ispezione della frontiera prima dell’ingresso nel territorio dell’Unione Europea.

Formulari doganali
Obblighi dichiarativi di somme, titoli o valori
Le somme (contanti o assegni) titoli (azioni, obbligazioni,ecc) o valute per un montare uguale o superiore a 10.000 euro, trasportati da una persona fisica, devono essere dichiarati all’amministrazione doganale che effettua controlli in questo campo, al fine di combattere il riciclaggio di denaro proveniente da traffici illeciti, in particolare dalla droga.
Protezione delle specie animali e floreali selvagge
Tassa interna di consumazione sul gas naturale (TIC GN)
Trasporto di un opera d’arte o un bene avente interesse culturale 

Zoom sui farmaci

Farmaci non stupefacenti e non sostanze psicotrope
La quantità trasportata corrisponde alla durata del trattamento, definita in anticipo. Presentare i giustificativi alla dogana: la prescrizione medica non è obbligatoria se la durata del trattamento non supera i 3 mesi.
Farmaci stupefacenti o sostanze psicotrope esibizione della prescrizione medica, nella quale dovrà essere riportata la posologia.

Guida alla vendita detassata 

Per evitare eventuali file d’attesa agli sportelli, gli abitanti esterni all’Unione Europea che effettuano degli acquisti in Francia, dal 1 giugno 2011 possono beneficiare di PABLO, un dispositivo elettronico semplice e rapido per riavere indietro l’IVA pagata sul prodotto.

Le Programme d’Apurement des Bordereaux de vente en détaxe par Lecture Optique des codes barres (PABLO) è stato inserito negli aeroporti di de Roissy-Charles de Gaulle, Orly,Nice-Côte-d'Azur, Lyon-St-Exupéry, Marseille-Provence, Genève-Cointrin, e alla stazione portuaria di Marsiglia e alla frontiera Svizzera, a Vallard e al casello autostradale di Saint-Julien-en-Genevois.
I terminali dotati di touch screen multilingue e di un sistema di lettura ottica dei codici a barre di scansione sui buoni emessi da rivenditori sono stati messi in servizio in questi posti, sostituendo il timbro della dogana tradizionale.

Dal 1 ° gennaio 2014, i bordeaux di vendita legati all’esportazione dovranno necessariamente essere prodotti per via telematica da parte degli operatori tramite l'applicazione PABLO, e presentati dai viaggiatori presso i chioschi elettronici installati nei porti e negli aeroporti internazionali, e al confine con la Svizzera.