Dolci di Natale in Aquitania

  • © Atout France/PHOVOIR

Dolci di Natale in Aquitania Aquitaine fr

Aquitania: le guinettes

Agli inizi di dicembre, in alcune famiglie, si perpetua la tradizione delle guinettes, grazie alle conserve di ciliegie all’acquavite preparate durante la raccolta di giugno. Le ciliegie vengono imbevute in un fondente, poi nel cioccolato messo a fondere a fuoco lento, e in seguito vengono messe su un letto di striscioline al cioccolato.
Il tutto viene conservato al fresco (un tempo lo si faceva in cantina e oggi nel frigorifero) per una quindicina di giorni, per dare tempo al fondente di diventare alcol e di far gioire i golosi in occasione delle feste.

E poi ancora…

Dolci di una volta: la torche aux marrons

Una ricetta venuta dal passato che può essere ancora più saporita con le castagne.
Prima di tutto sbucciate le castagne; fatele cuocere in 1 litro di latte, 1 goccia di vaniglia e 150 g di zucchero per 40 minuti. Mettetele poi in un passaverdura per farne delle striscioline. Disponetele delicatamente a cupola o in cerchio su un piatto. In una scodella sbattere la panna del latte con dello zucchero vanigliato. Ornate la cupola di Chantilly.

Simbolico: la Stella di Natale alle castagne e al whisky

Fate fondere 250 g di cioccolato a bagnomaria. Aggiungete poi 125 g di burro a fuoco spento. Versate il preparato in 400 g di crema alle castagne vanigliata in un’insalatiera con 5 cl di whisky col frullino. Rivestire uno stampo a forma di stella con della pellicola trasparente. Versate la crema in modo uniforme e mettete nel congelatore per 3 ore. Al momento di servire cospargete lo zucchero cristallizzato di cacao amaro.

Una dolcezza originale

In Ariège si fabbricano delle statuine di cioccolato che rappresentano le tipicità della regione (l’abitante di Bethmale, città nota per il suo formaggio, e l’abitante della provincia di Couserans, micro-regione del dipartimento).

Maggiori informazioni