Le grandi istituzioni

  • La boutique Ladurée sugli Champs Elysées a Parigi

    La boutique Ladurée sugli Champs Elysées a Parigi

    © Ladurée

  • Prodotti Hédiard

    Prodotti Hédiard

    © Hédiard/Thierry Malty

  • Comptoir Mariage Frères

    Comptoir Mariage Frères

    © Mariage Frères

  • Fauchon, Place de la Madeleine a Parigi

    Fauchon, Place de la Madeleine a Parigi

    © Fauchon

Le grandi istituzioni Francia fr

Le istituzioni della gastronomia francese

Figure di spicco della gastronomia francese, queste pasticcerie, rosticcerie e drogherie attirano gli intenditori, lieti di trovare prodotti particolari in negozi che già da soli meriterebbero una visita. 

Ladurée, “produttore di dolcezze”

Nel 1862 Louis Ernest Ladurée apre un panificio a Parigi, al numero 16 di rue Royale; qualche anno più tardi, la moglie lo trasforma in un locale a metà tra un caffè parigino e una pasticceria, creando così una delle prime sale da tè della capitale. I celebri macarons Ladurée fanno la loro comparsa a metà del XX secolo.

La Maison Dalloyau, eredità gastronomica degna di un re

Con un’esperienza di oltre 300 anni nella produzione di dolci, cioccolati e piatti pronti, Dalloyau è un’attività di famiglia trasmessa di generazione in generazione. Il più celebre dei suoi negozi si trova in rue Faubourg , ma esistono altri 38 negozi e punti vendita in Francia e all’estero. Nel 2007, la Maison ha ricevuto il titolo di “impresa del patrimonio vivente”, grazie alla sua fama e a un savoir-faire unico.

Mariage Frères, l’arte francese del tè

C’erano una volta due fratelli, Édouard e Henri Mariage, eredi di una lunga dinastia di negozianti. Il 1° giugno 1854, a Parigi, fondano la maison che porta il loro nome, dando il via a una vera scuola francese del tè. Dopo l’inaugurazione della prima sala da tè nel 1986, la Maison Mariage Frères vi invita nei propri laboratori alla scoperta del tè e della degustazione, i “Tea clubs”. 

Fauchon: lusso, modernità e origine Francese

Nato in Normandia, Auguste Fauchon raggiunge Parigi nei primi anni 1880 e apre la prima drogheria nel 1886. Una pasticceria, un panificio e il Grand Salon de Thé aprono a loro volta in place de la Madeleine. “Made in F, Made in Fauchon, Made in France” è ormai il motto della Maison, il cui negozio al numero 30 di place de la Madeleine è stato completamente ridisegnato da Christian Biecher nel 2007.

Lenôtre, savoir-faire e cultura del gusto

Fondata nel 1957 da Gaston e Colette Lenôtre, la maison Lenôtre propone inizialmente una pasticceria e una cucina raffinate. Successivamente diventa anche produttore di cioccolato e dolciumi, organizzatore di ricevimenti, rosticceria, ecc. Le sue scuole di cucina e di pasticceria formano professionisti e gastronomi amatoriali da tutto il mondo al Pavillon Elysée Lenôtre, a Parigi. 

Hédiard, pionieri dei sapori

Nel 1848, Ferdinand Hédiard scopre i frutti esotici al porto di Havre; due anni più tardi, posiziona un carretto colmo di frutti tropicali in Place des Victoires, a Parigi. Il successo gli permette di aprire il suo primo negozio nel 1854: Le Comptoir des Epices et des Colonies. Dal 1870, il negozio ammiraglio di Hédiard si trova al numero 21 in place de la Madeleine. Il marchio ha ricevuto il titolo “impresa del patrimonio vivente” nel 2007. 

La Grande Epicerie de Paris: lo spirito della Rive Gauche

Vuoi deliziarti durante la spesa? Dirigiti verso la Grande Epicerie, tempio dell’edonismo della rive Gauche di Parigi. Creata nel 1923 da Bon Marché, il “Comptoir de l’Alimentation” propone i migliori tè e le raffinate conserve. Oggi, la Grande Epicerie conta 30.000 prodotti a catalogo, dalle confetture allo Champagne al sale di Guérande aromatizzato al tartufo, passando per le acque tipiche regionali come il marchio Abatilles, di Arcachon... 

Baillardran, specialista del cannelé di Bordeaux

Durante il XVIII secolo, le religiose del convento delle Annunciate raccoglievano la farina nelle stive delle navi del porto di Bordeaux per poter realizzare dei piccoli dolci per i bimbi più poveri della città. Nel 1987, Philippe Baillardran, maître pâtissier, fa rivivere e vende in esclusiva questi dolci cotti in piccoli stampi di rame scanalati (in francese cannelés, da cui hanno preso il nome).