I movimenti artistici francesi

  • Bayeux

    Bayeux

    © Atout France/PHOVOIR

  • Chiesa Saint-Martin in Alsace

    Chiesa Saint-Martin in Alsace

    © Wikimédia Commons / Rh-67

  • Opera di Ben Vautier

    Opera di Ben Vautier

    © Wikimédia Commons / Cadaverexquisito

I movimenti artistici francesi Francia fr

Romanico, Rinascimento, Classicismo, Surrealismo…

Nel corso dei secoli, i vari movimenti artistici francesi hanno lasciato il segno nella loro epoca. Abbazie romane, musei d’arte contemporanea, cattedrali gotiche e paesaggi fonte di ispirazione per i pittori impressionisti, scopri il ricco patrimonio francese !

Abbazie e cattedrali del Medioevo

Il nostro viaggio alla scoperta dei movimenti artistici francesi inzia nell’XI secolo. In quest’epoca, il Romanico si difffonde in Francia a partire dalla chiesa abbaziale di Cluny. Rigore e austerità caratterizzano lo stile delle abbazie e dei monasteri, come la chiesa abbaziale di Fontenay in Borgogna. In Normandia, rivivi la conquista dell’Inghilterra di fronte all’arazzo di Bayeux (« memoria del Mondo» Unesco).
A partire dal XIII secolo, il Gotico sostituisce poco a poco il Romanico: questo stile si caratterizza per l’utilizzo sistematico della volta a crociera ogivale e di archi rampanti che permettono di innalzare edifici molto elevati. A Parigi, la cattedrale Notre-Dame e la Santa Cappella testimoniano perfettamente la magnificenza degli edifici religiosi del Medioevo.
 

Dal Rinascimento al Classicismo

E’ nella Valle della Loira che potrai scoprire i più begli esempi del Rinascimento, periodo di rinnovamento artistico, letteraio e scientifico, che segue il Medioevo a partire dal XV secolo. Al castello di Chambord, ammira il lavoro dei pittori e dei decoratori italiani chiamati da Francesco I, che nomina Leonardo da Vinci « primo pittore, ingegnere e architetto del re ». L’artista, che trascorre gli ultimi anni di vita al castello di Clos Lucé, riposa nella cappella del castello di Amboise.
A partire dal XVII secolo, in risposta alle stravaganze del Barocco e del Manierismo, il Classicismo si ispira all’Antichità e diventa un linguaggio pittorico al servizio della monarchia assoluta sotto Luigi XIV, il « Re Sole ». La sua residenza, il castello di Versailles, ne è il miglior esempio in Francia.
 

Impressionnismo e Art Nouveau

E’ guardando il dipinto di Monet Impressione, sole nascente, che un critico d’arte attribuisce in modo dispregiativo il termine impressionismo a questa corrente pittorica francese nata negli anni '70 dell’Ottocento. Liberi e provocatori, Claude Monet, Auguste Renoir e molti altri escono dai propri studi parigini per dipingere l’istante e afferrare la luce in riva alla Senna o di fronte alla cattedrale di Rouen. Troverai una grande collezione impressionista al Museo d’Orsay, a Parigi, e potrai saperne di più grazie al percorso multimediale del castello di Auvers sur Oise.
Nello stesso periodo, la natura ha ispirato anche un altro movimento artistico, l’Art Nouveau, che corrisponde a una ricerca delle arti industriali e dell’artigianato. Esposte al museo della Scuola di Nancy e a villa Majorelle, sempre a Nancy, le opere dei mastri vetrai Emile Gallé e dei fratelli Daum si caratterizzano per linee fluide e arabeschi. Altro stimato esempio di Art Nouveau, gli ingressi della metropolitana parigina ideati dall’architetto Hector Guimard.
 

Dal XX secolo a oggi

Particolarmente rappresentativa dell’Art Nouveau, la stazione della metropolitana Abbesses ti conduce nel tempio del Surrealismo a Parigi, lo spazio Dalì, sulla collina di Montmartre. Dal mondo fantasmagorico di Salvador Dalì all’arte contemporanea, l’arte del nostro tempo, quella che è in corso d’opera, il passo è breve.
Da Bordeaux a Reims, da Marsiglia a Rennes, fate questo passo nelle principali città francesi, grazie ai ventitré Fondi regionali di arte contemporanea (FRAC) e ai numerosi musei di arte contemporanea. Non dimenticate il Centre Pompidou-Metz, il luogo di mostre temporanee più visitato di Francia, fuori dalla regione Île de France.