I sentieri di Dessus de l’Etang e delle Falaises

I sentieri di Dessus de l’Etang e delle Falaises les saintes gp

Les Saintes è un piccolo arcipelago formato da due isole abitate, Terre-de-Haut e Terre-de-Bas, e da vari isolotti selvaggi.

Gli amanti delle camminate potranno trovare proprio in quest’ultima due sentieri da percorrere per ammirare la vegetazione rigogliosa dell’isola: la randonnée delle Falaises e la randonnée di Dessus de l’Etang.

Entrambi i sentieri si imboccano da Grande Anse, un piccolo villaggio a nord-est dell’isola, punto di approdo delle navi, caratterizzato da una bella spiaggia dorata. 

Percorrendo il sentiero delle Falaises si scopre una tavolozza di colori unica, che alterna il blu profondo della baia di Les Saintes, il verde intenso del bosco e i toni caldi della “savana” caraibica.
Dopo aver incontrato i noti mancenilliers (le palme chiamate meli delle Antille, che sono molto tossici e non devono essere toccati), si procede per piccole salite e discese, fino a intravedere l’isolotto di Paté Baie des Saintes. Superato un cancello in legno – che bisogna richiudere perché il terreno è privato e custodisce animali – si attraversa un canale pieno di massi per risalire su un’ariosa area pianeggiante con una bella vista di Pointe à Vaches. Arrivati a una barriera composta da arbusti intrecciati, scavalcata la recinzione, si procede per una salita ripida in un bosco di alberi di pimento. Si salgono quindi le pendici del Morne Sec, addentrandosi in un bosco fresco in cui si scorgono diversi resti di abitati, e si arriva infine di fronte a uno splendido laghetto. Da lì è possibile ridiscendere alla Grande Anse, prendendo la via a sinistra, o prendere la direzione verso Petites Anses, a destra. Petites Anses è un piccolo borgo, situato nella parte ovest dell’isola. La difficoltà di questa randonnée è media; la distanza da percorrere è di 6,8 km in circa 3 ore.

Per chi voglia percorrere il sentiero di Dessus de l’Etang, si parte sempre da Grande Anse: sulla sinistra si costeggia un piccolo burrone. Presto si comincia una ripida salita tra le rocce fino a un bassopiano, prima di una nuova salita sulle pendici del Morne Sec. La vegetazione è splendida perché si passa in fretta da quella costiera a quella tipica d’altitudine.
Si tratta del percorso ideale per scoprire la flora e la fauna locali: l’albero dai fiori bianchi denominato courbaril, i peri, i pimenti e gli alberi da gomma, le tartarughe e le pernici.
La difficoltà di questo percorso è media, il tempo stimato è di circa 1 ora, i chilometri da percorrere 2,1. L’altitudine raggiunta è di 240 metri, come per la precedente camminata. Si tratta infatti di due alternative per raggiungere in tempi e modi diversi il monte Morne Sec.

Idee viaggio Isole-di-Guadalupa

 

Idee Viaggio Guadalupa