Le nuove tendenze sportive del litorale

  • © © ATOUT FRANCE/DR

  • © © ATOUT FRANCE/Aquashot

Le nuove tendenze sportive del litorale

L’apparizione e la mediatizzazione, all’inizio degli anni ’90, del movimento freestyle hanno generato la creazione di nuove discipline e di nuovi sport. Dalla Costa d’Opale alle spiagge del Mediterraneo, passando per il litorale atlantico, i surfisti di ieri hanno lasciato il posto il posto ai funboarders e ad altri kiters. 

  • Dal windsurf al funboard 

La paternità del windsurf non è ancora stata stabilita con esattezza e numerosi inventori la rivendicano. Ad ogni modo, è certo che questa nuova disciplina è apparsa per la prima volta negli Stati Uniti a metà degli anni ’60, per conoscere poi un vero e proprio boom qualche anno più tardi grazie a una leggenda vivente: Robby Naish, primo campione del mondo di windsurf all’età di 13 anni! 

Sport olimpico dai Giochi di Los Angeles nel 1984, il windsurf conosce una profonda rivoluzione a partire dagli anni ’90. Il materiale evolve, il movimento freestyle si sposta dalla sola terraferma, la pratica si radicalizza … è nato il funboard, la tavola del divertimento. 
Hanno contribuito alla mediatizzazione del funboard in Francia: Nathalie Lelièvre, cinque volte campionessa del mondo; Patrice Belbéoc’h, campione del mondo in voga negli anni ’90; Franck David, primo campione olimpico francese a Barcellona nel 1992; l’iper mediatico Robert Terriitehau; Antoine Albeau, più volte campione di Francia e del mondo di slalom e detentore del record mondiale di velocità. 

  • Il kitesurf, un vero fenomeno! 

È la tendenza del momento! Il kitesurf o fly-surf consiste nel farsi trascinare da un aquilone a bordo di una tavola da surf di dimensioni ridotte o derivata dalle tavole da wakeboard. Sport nautico immaginato già negli anni ’60, il kitesurf diventa realtà nel 1984, grazie a due fratelli bretoni, Dominique e Bruno Legaignoux. Ma è solo all’inizio degli anni '00 che, una volta risolti i problemi di sicurezza, il kitesurf invade le spiagge francesi e del mondo intero. 

Vero fenomeno alla moda, questa nuova disciplina ha preso il sopravvento sul “cugino”, il funboard, in particolare grazie a campioni francesi del calibro di Jérémie Eloy, Alexandre Caizergues o Sébastien Garat. E i brand surfano sull’onda di questo successo.
Esisistono anche degli sport su terra che prevedono sempre la trazione da parte di un aquilone, come ad esempio il mountainboard, il kite buggy o il snowkite.  

  • E anche …

L’avvento del freestyle e la radicalizzazione degli sport di scivolamento ha contribuito allo sviluppo di altre discipline. A cominciare dal wakeboard, che consiste nel surfare tra onde giganti trainati da un mezzo a motore. Una tecnica utilizzata in particolare nelle stazioni di La Torche in Bretagna o di Guéthary nel Paese Basco … e riservata ai più temerari! 

Le onde dell’oceano e dei mari francesi sono anche un terreno di gioco per gli amanti del kayak, che non esitano a buttarsi tra le onde. Da ricordare anche il bodyboard, uno sport apparso a metà degli anni ’90, il cui scopo è surfare su una tavola arrotondata: una pratica che ha ancora oggi un buon successo sulle spiagge francesi.

Related videos

 
 

Sponsored videos