Montpellier fra storia & contemporaneità

  • Place de la Comédie

    Place de la Comédie

    © Ville de Montpellier

  • Estivales

    Estivales

    © Ville de Montpellier

  • Design Center

    Design Center

    © Marie-Caroline Lucat

Montpellier fra storia & contemporaneità Montpellier fr

Innovativa e creativa, Montpellier, 1.000 anni di storia, è da scoprire passeggiando per le strade antiche, fermandosi nella terrazza di un caffè, andando a vedere una mostra...

Il cuore storico

Il nostro tour comincia dal cuore pulsante della città, Place de la Comédie,una delle piazze più grandi d’Europa, dominata dall’Opéra Comédie. Il museo Fabre, mix di contemporaneità e architettura antica, dal 20 giugno all’11 ottobre ospita una grande mostra sull’arte a Napoli nel Secolo d’Oro, il ‘600. Dopodiché si passeggia per le stradine medievali, come un viaggio nel tempo. Si scoprono botteghe dalla volta a botte, dove hanno aperto stilisti, antiquari, sale da tè… 

È facile girare per il centro, chiuso alle auto, a piedi, in bicicletta, in tram (4 linee), incontrare artisti di strada, fermarsi in qualche terrazza al sole. E scoprire portali massicci, grandi cortili luminosi, scale con balaustre di ferro battuto: Montpellier conta circa 80 palazzi d’epoca classica! Il mare è solo a una decina di chilometri ed è parte integrante del territorio. Meta d’obbligo, Villeneuve-lès-Maguelone, con la cattedrale, fra i vigneti e il mare.

Architetture di design

A Montpellier ogni quartiere è diverso dall’altro, in un mix perfetto di architetture antiche e contemporanee. E gli itinerari nella città si declinano dalle stradine medievali alle architetture più innovative: l’Hôtel de Ville firmato da Jean Nouvel e François Fontès, il tram disegnato da Christian Lacroix, il liceo Georges Frêche di Massimiliano Fuksas, Pierresvives (mediateca, archivio, teatro…) di Zaha Hadid, senza dimenticare Le Nuage, nuovo concetto di centro sportivo e di benessere, creato da Philippe Starck.

I percorsi del gusto

Impossibile scoprire Montpellier senza una sosta gastronomica: ai 3 chef stellati si aggiunge il piacere di andare a spasso per i mercati pieni di profumi, degustare il vino della Linguadoca (una DOC che compie 30 anni)o provare la tradizione delle ostriche, magari nel bacino del Thau, a 20 minuti dalla città. 
››› www.montpellier-francia.it

Istruzioni per l’uso

Montpellier è comoda da raggiungere grazie ai voli diretti Easyjet da/per Roma (da marzo a ottobre, fino a 5 volte alla settimana).Tante le formule su misura: pacchetti tutto compreso, prenotazioni di hotel, chambres d’hôtes, visite guidate a tema.

Destinazioni

Cosa vedere

Nei dintorni