Le mostre imperdibili in Francia nel 2016

  • Yoko Ono in En Trance, 1997 - Half A Wind Show, Louisiana Museum of Modern Art, 2013

    Yoko Ono in En Trance, 1997 - Half A Wind Show, Louisiana Museum of Modern Art, 2013

    © Bjarke Ørsted

  • Caillebotte / les roses

    Caillebotte / les roses

    © Musée des impressionnismes Giverny

  • René Magritte Le double secret, 1927

    René Magritte Le double secret, 1927

    © Centre Pompidou, mnam-cci /Dist. RMN-GP, Photo : G. Meguerditchian © Adagp, Paris 2015

Le mostre imperdibili in Francia nel 2016

Le mostre imperdibili in Francia nel 2016


La Francia va fiera della propria cultura e del proprio patrimonio. Ogni anno, musei e monumenti mettono in luce artisti, opere, movimenti , personaggi attraverso esposizioni temporanee eccezionali. 

 

A PARIGI

“Picasso. La scultura”

Museo Picasso, coproduzione con il MoMa di New York (Parigi, dall’8 marzo al 28 agosto 2016)

L’intento dell’esposizione “Picasso. Sculture” è quello di rendere noto un aspetto poco studiato della scultura di Picasso. L’esposizione mira a riunire dei complessi scultorei eccezionali, quali la serie de “I bicchieri di assenzio” (1914), o il gruppo originale de “I Bagnanti” (1956) in legno e le fontane in bronzo del Museo Picasso.

 

“Monumenta 2016”

Yongping (Huang)Grand Palais (Parigi, dal 16 settembre al 23 gennaio 2016)

Dal 2007, artisti contemporanei di fama internazionale decorano la Navata del Grand Palais con delle opere magistrali appositamente pensate per l’occasione. Nel 2016, è stato Yong Ping a raccogliere la sfida! Esponente dell’avanguardia artistica cinese, egli realizza un’installazione spettacolare, che fornisce anche uno spunto di riflessione sulle trasformazioni della nostra società. 

 

“Rembrandt, gli anni decisivi”

Museo Jaquemart-André (Parigi, dal 16 settembre al 23 gennaio 2017)


Attorno ai tre capolavori di Rembrandt conservati al Museo Jaquemart-André, l’esposizione vuole ritracciare i momenti salienti della carriera di questo grande artista. Con l’esposizione di una quarantina di quadri, la mostra vuole ripercorrere le tre tappe chiave della creazione di Rembrandt e permette così di assimilare il percorso di crescita di questo pittore che ha dominato l’arte olandese del XVII secolo. 

“René Magritte, il tradimento delle immagini”

Presso il Centre Pompidou (Parigi, dal 21 settembre 2016 al 23 gennaio 2017)

Per questa esposizione oltre cento opere del pittore surrealista sono state riunite nelle sale del Centre Pompidou; la mostra si configura così come un’occasione per una retrospettiva volta al tradimento delle immagini che l’artista denunciava costantemente, a circa quarant’anni di distanza dalla prima retrospettiva che il Centro gli aveva dedicato nel 1979.

NELLE REGIONI

“Amedeo Modigliani, una retrospettiva”

LaM (Lille-Villeneuve d’Asq, dal 22 febbraio al 5 giugno 2016)

Pittore e scultore italiano, Modigliani ebbe una carriera al contempo breve e feconda. Collezionista appassionato, Roger Dutilleul, cofondatore della collezione d’arte moderna del LaM (Lille Métropole Musée, museo di arte brutta, contemporanea e moderna), incrocia la strada di Modigliani nel 1918, meno di due anni prima della morte dell’artista. Attorno a questo incontro, il LaM organizza un’esposizione-evento che riunirà questi pezzi eccezionali assieme ad altri numerosi prestiti inediti.

 

 “Speciale Yoko Ono: luci dell’alba”

MAC (Lione, 9 marzo e 10 luglio 2016)

Prima Retrospettiva in Francia, questa esposizione, al MAC (Museo di arte contemporanea di Lione) raccoglie oltre cento opere, dalle poesie illustrate del 1952 alle grandi installazioni del 2016, ma anche film, performance… Fedele allo spirito dell’opera dell’artista, l’esposizione è sicuramente da vedere, ma anche da sentire e, soprattutto, da sperimentare.

“Caillebotte, pittore e giardiniere”

Giverny (Normandia, dal 25 marzo 2016 al 3 luglio 2016)

Per molto tempo considerato un pittore amatoriale, collezionista e mecenate dei suoi amici, Gustavo Caillebotte appare oggi come una delle figure di maggiore rilievo tra gli impressionisti. Famoso per le sue composizioni ispirate alla Parigi di Haussmann, egli ha dedicato una parte considerevole della sua produzione all’evocazione dei giardini. Presso il Museo dell’impressionismo di Giverny sono riuniti un centinaio di opere, dipinti, disegni che presentano questo aspetto della sua arte. 

“Picasso, un genio senza piedistallo”

MuCEM (Marsiglia, dal 26 aprile al 29 agosto 2016)

Questa grande retrospettiva mostra come Picasso, ben ambientato nella sua epoca e attaccato alle sue radici, abbia nutrito le sue opere con influenze estrapolate da forme d’arte e tradizioni popolari. Il percorso dell’esposizione  mette a confronto alcuni capolavori dell’artista, per alcuni ancora inediti, con degli oggetti di riferimento tratti dalle ricche collezioni del MuCEM, Museo delle civiltà dell’Europa e del Mediterraneo.   

 

« Da Picasso a Jasper Jhons »

Museo Soulages (Rodez, primavera-estate)

Questa nuova mostra del Museo Soulages ci porta alla scoperta della stampa d'arte attraverso opere frutto della collaborazione tra lo stampatore Aldo Crommelynck et alcuni artisti di fama internazionale quali Pablo Picasso, David Hockney, Jasper Johns, Peter Blake e Richard Hamilton.

« Matisse in bianco e nero »

Museo delle Belle Arti di Lione (30 novembre 2016 au 6 mars 2017)
Artista noto per i suoi dipinti dalle tonalità vigorose e accese, Matisse si è dedicato anche alla pratica del disegno, che esercitava quotidianamente e che gli ha permesso di raggiungere la massima consapevolezza artistica. Incentrate su alcuni motivi artistici ricorrenti e su alcuni modelli, un numero cospicuo di dipinti e di sculture saranno messe in relazione con i loro schizzi disegnati o incisi, proprio come avveniva un tempo nelll'atelier del loro pittore.

 

L'elenco completo delle esposizioni del 2016 a Parigi, e in tutto il territorio francese, si trova nella rubrica Agenda.

 

Rendez-vous nel Midi-Pirenei