Nel cuore della Nuova Caledonia

  • Immersioni negli straordinari fondali della Nuova Caledonia

    Immersioni negli straordinari fondali della Nuova Caledonia

    © Stéphane Ducandas / NCTPS

  • La Nuova Caledonia è un'isola di pace

    La Nuova Caledonia è un'isola di pace

    © Hôtels TERA / Ouré Tera / NCTPS

Nel cuore della Nuova Caledonia Nuova Caledonia fr

L’immagine più famosa della Nuova Caledonia è un cuore: il famoso cuore di Voh, un luogo magico, un disegno straordinario creato dalle mangrovie e immortalato dai più grandi fotografi.

Il logo perfetto per una destinazione da batticuore, che declina infiniti tesori: dalla più grande laguna al mondo, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, alle straordinarie spiagge, la barriera corallina... Nouméa, la capitale, è una piccola Francia del Pacifico dallo stile glamour, votata al design e all’avanguardia, ma conserva intatto il fascino delle case coloniali e i colori dei mari del Sud. Qui il Centro Culturale Tjibaou,  progettato da Renzo Piano, è un invito a scoprire le antiche tradizioni melanesiane dell’etnia Kanak, con cui si sono mescolati europei, polinesiani, asiatici, indonesiani...

Eccezionale la biodiversità, con specie uniche come l’Amborella Trichopoda, il fiore con il più antico DNA del mondo, mentre il cagou, un uccello che vive solo qui, abbaia come un cane e non sa volare...

L’Isola dei Pini, “l’isola più vicina al paradiso”, è un’immensa riserva naturale costellata da pini colonna - una conifera antica di 230 milioni di anni - falesie di corallo, spiagge di sabbia bianca e acque di cristallo... E poi le Isole della Lealta - Ouvéa, Lifou e Maré – tre oasi di pace e di natura intatta. Ma anche, verso la catena montuosa centrale, la terra dei cowboy: vallate lussureggianti, pascoli, cascate, foreste, cavalli selvaggi e mandrie, scenari che ricordano il Texas o l’Outback australiano. Ha davvero tanti volti, una  vacanza in Nuova Caledonia, e sistemazioni per tutti i gusti, dai resort da favola alle tribù alle fattorie. Immersioni negli straordinari fondali, lo snorkeling, escursioni a  piedi o a cavallo sui sentieri della montagna, il golf, crociere in barca all’Isola dei Pini... E da luglio a settembre è la stagione del whale watching: le megattere migrano qui dall’Antartide per accoppiarsi e partorire. Ascoltare il canto delle balene nella laguna Sud è una vera emozione... Una delle tante emozioni delle “isole vicine al paradiso”.
›››http://it.visitenouvellecaledonie.com

Articoli correlati