Il "pasto alla francese" è Patrimonio dell'Unesco

  • Pasto gastronomico alla francese

    Pasto gastronomico alla francese

    © Atout France/PHOVOIR

  • Pasto gastronomico alla francese

    Pasto gastronomico alla francese

    © Atout France/PHOVOIR

Il "pasto alla francese" è Patrimonio dell'Unesco Francia fr

I pranzi e le cene gastronomiche francesi diventano patrimonio culturale immateriale dell'Unesco

E' noto come la cucina francese sia il risultato di una lunga tradizione storica e dell'eccellenza dei suoi prodotti, degli artigiani che li lavorano e naturalmente degli chef, grandi chef celebrati in tutto il mondo. E basta citare solo qualche nome eccellente : Paul Bocuse, Alain Ducasse, Anne-Sophie Pic, l'unica donna « 3 stelle Michelin » di Francia, che riprende il filone delle « mères », le grandi cuoche francesi (e una tradizione familiare dal 1891) e lo reinterpreta con creatività.

Ma il riconoscimento non è solo alle ricette, ai prodotti e ai grandi chef : è esteso infatti anche al contesto sociale e al gusto della convivialità che nasce attorno a un pranzo e a una bella tavola imbandita, e che è tipico della cultura francese.

La definizione dell'Unesco insiste proprio su questo aspetto, e il pasto diventa così « una pratica sociale destinata a celebrare i momenti più importanti della vita, nascite, matrimoni, anniversari...

Si tratta di un pasto di festa in cui si pratica l'arte del « mangiar bene » e del « buon bere » e il piacere di stare insieme, il piacere del gusto, l'armonia con la natura ». Fra le componenti base di questa realtà gastronomica l'Unesco indica l'attenzione ai piatti, ai prodotti locali, all'abbinamento con i vini, il modo di apparecchiare la tavola, i gesti della degustazione.

Il pranzo gastronomico francese secondo l'Unesco deve rispettare uno schema ben preciso, iniziare con l'aperitivo e concludersi con un digestivo, comprendere almeno quattro piatti, una entrée, un piatto di pesce o carne con verdure, formaggio e dessert.

Un rito di tradizione che si trasmette di generazione in generazione e rinsalda i rapporti familiari e sociali.

Così, come una vera arte, anche la gastronomia è parte integrante del patrimonio della Francia, ed è uno dei punti forti del turismo, vettore di scoperta privilegiato per conoscere la cultura e l'identità di un territorio.

Forte di questo importante riconoscimento, il Ministro francese per il turismo Frédéric Lefebvre ha annunciato la creazione della Festa della gastronomia francese, celebrata la prima volta il primo giorno d'autunno del 2011.
Una manifestazione popolare che ha l'obbiettivo di sensibilizzare il grande pubblico sulla scelta dei prodotti, la varietà del territorio e delle specialità regionali.
Una festa nell'ottica del concetto lanciato da Alain Ducasse « Tous au restaurant ! », Tutti al ristorante !, che sarà uno dei leit-motiv della festa della gastronomia francese: per tutta una settimana tutti i ristoranti che partecipano all'iniziativa proporranno infatti un menù a prezzo unico, per invitare davvero tutti a scoprire la ricchezza del patrimonio culturale francese.

 

Maggiori informazioni

Cosa vedere