La storia dell'Alsazia: i luoghi della Prima Guerra Mondiale

  • Luoghi della Memoria Alsazia

    Luoghi della Memoria Alsazia

    © CRT Alsace

La storia dell'Alsazia: i luoghi della Prima Guerra Mondiale Alsace fr

I Luoghi di memoria

L'Alsazia ospita molti importanti siti della Prima Guerra Mondiale. Un'occasione per vedere i luoghi che hanno segnato la storia di questa regione e della Francia intera. Eccone alcuni esempi:

Forte di Mutzig/Feste Kaiser Wilhelm II

Questo forte era uno dei più vasti in Europa durante la Prima Guerra Mondiale. Colpisce per la sua modernità e per  le sue comodità, sono presenti infatti un ospedale, delle centrali elettriche, delle camerate, delle cucine e perfino un panificio. Si tratta di una fortificazione che comprende, due forti, nove postazioni di artiglieria, sedici ripari per il combattimento per la fanteria, sei batterie corazzate e sedici trincee. Il complesso copre più di 250 ettari e comprende 22 torrette corazzate. Si trova in un ottimo stato di conservazione e il museo ne arricchisce la visita.

Il campo di battaglia di Viel Armand

Classificato come monumento storico nel 1921, luogo di memoria franco-tedesco, è uno dei siti più visitati in Alsazia e un luogo di memoria dove si trovano numerose opere che rendono omaggio alla pace. Quasi 30 000  soldati francesi e tedeschi sono caduti qui. Tra essi 1256 soldati francesi sono sepolti nel Cimitero Nazionale. La Cripta ne ospita tre altari, quello cattolico, quello protestante e quello israeliano. Sul vasto sagrato che copre la Cripta si erge l'altare della Patria su cui lati sono raffigurati i blasoni delle città che hanno contribuito al finanziamento del monumento. 

Il campo di battaglia, il promontorio del Masiccio Vosgien è stato uno dei principali luoghi di combattimento che si è svolto sul fronte dei Vosgi  tra il 1914 e il 1918. Le fortificazioni e le installazioni militari rimangono impressionanti come le trincee, i ripari e così via..

Il sentiero dei bunker a Burnhaupt le Bas

Il percorso è composto da 14 tappe e permette di scoprire una decina di edifici fortificati della Prima Guerra Mondiale. Lungo tutto il percorso il visitatore vede i bunker tedeschi che delimitavano la linea del fronte. In alcuni posto scoprirà altri siti notevoli come i mulini, i lavatoi e la fonte Hagendorn. il percorso, lungo 8.6 km, è costellato di 14 punti d'interesse, i pannelli esplicativi permottono di cogliere le caratteristiche degli edifici come la storia del sito. Sulle rive della Doller un rifugio in legno allestito con barbecue ti permettera di fare una sosta. 

Per maggiori informazioni visita il sito dell'ufficio del Turismo dell'Alsazia e il sito ufficiale dei Alti Vosgi in Alsazia.

Il museo della memoria a Uffholtz

L'Abri-Mémoire è stato sistemato nella casa più vecchia di Uffholtz, che fu trasformata in rifugio sanitario dai tedeshi che occupavano il villaggio durante la Prima Guerra Mondiale. Questo centro culturale vuole creare un ponte tra i conflitti del passato e la nostra esistenza odierna, infatti, esso propone diversi spazi: uno spazio di esposizione temporanea nel rifugio di guerra, un centro di documentazione, uno spazio di proiezione ed una programmazione varia: esposizioni originali, conferenze, dibattiti, letture di racconti, proiezioni di film... ti invita anche a vivere un momento conviviale nel suo caffé, lo " Stammtisch" .

 

 

 

 

Articoli correlati

Cosa vedere

Nei dintorni